Il nostro sito

Il nostro sito
Per info o richieste musicali 380 2399151 (+39)

lunedì 31 ottobre 2016

Accadde Oggi: 3 "morti celebri": Houdini, Eduardo, Fellini

Sono tre le morti celebri del 31 ottobre. 

Esattamente 90 anni fa, nel 1926 muore a Detroit all'età di 52 anni, il celebre illusionista ed escapologo statunitense (ungherese di nascita) Harry Houdini; il mago dell'evasione dedicò gli ultimi anni della sua vita (dopo la morte dell'amatissima madre) a smascherare medium e parapsicologi. 
Il suo numero più famoso è sicuramente quello della tortura cinese dell'acqua, in cui veniva legato e appeso a testa in giù in una vasca piena d'acqua. A ucciderlo fu una peritonite, causata dalla rottura dell'appendice per alcuni pugni ricevuti due settimane prima. Il 4 novembre vennero celebrati i funerali: parteciparono oltre 2000 persone. 


Nel 1984 muore a Roma, all'età di 84 anni, Eduardo de Filippo.
Attore, sceneggiatore, regista, poeta e drammaturgo napoletano, fratello di Titina e Peppino, è chiamato semplicemente Eduardo ed è universalmente riconosciuto come uno dei più grandi artisti ed intellettuali del Novecento. 
Attore di cinema, ma soprattutto di teatro, figlio d'arte, ha dedicato alla recitazione la sua vita; è stato anche Senatore a vita: fu nominato nel 1981 da Presidente Sandro Pertini, per i suoi alti meriti artistici e i contributi alla cultura. 

Nel 1993, all'età di 73 anni, muore a Roma il regista riminese Federico Fellini; vincitore di ben 5 Premi Oscar (4 per il miglior film straniero: La strada, Le notti di Cabiria, 8 e 1/2 e Amarcord e uno alla carriera nel 1993, anno della sua morte), è considerato uno dei migliori registi di tutti i tempi, sia in Italia che all'estero. Per lui furono celebrati funerali di Stato. Cinque mesi dopo muore anche la moglie, l'attrice Giulietta Masina. 
I due, compagni di vita e sul set, riposano vicini, assieme al figlio Federichino, morto poco dopo la nascita al cimitero di Rimini.










Camilla Cederna a WikiRadio Oggi

Moriva a Milano il 5 novembre 1997 la scrittrice e giornalista milanese Camilla Cederna, nata il 21 gennaio 1911. Fu una delle prime donne italiane a conseguire la laurea. 


Tra le sue opere più famose (e criticate), ricordiamo "Pinelli: una finestra sulla strage", libro per il quale fu accusata di essere "la mandante dell'omicidio Calabresi" e "Giovanni Leone: la carriera di un Presidente", uscito al termine di una campagna critica della scrittrice contro il Presidente della Repubblica. Era il 1978: il libro vendette 600.000 copie e fu determinante per le dimissioni di Leone.

Di Camilla Cederna parlerà WikiRadio Oggi di martedì 1° novembre, in onda alle 11:30 su Radio Il Discobolo.

www.ildiscobolo.net
http://178.32.137.180:8555/stream

Dal fonografo al microsolco, nuova puntata

Partirà da Beniamino Gigli con un'incisione londinese nel 1939, "La Spagnola", la nuova puntata della storica trasmissione "Dal fonografo al microsolco", condotta da Massimo Baldino e Sandro Alba. 



Sarà, come sempre, una passeggiata tra 45 e 78 giri, noti e meno noti, attraverso gli anni: i nostri amici, infatti, viaggeranno fino agli anni Sessanta e ci faranno ascoltare, tra gli altri brani, "Dracula cha cha cha" interpretata da Renato Rascel nel 1962. 

Vi aspettiamo:

- martedì alle 10
- mercoledì alle 14:30
- giovedì alle 18
- venerdì alle 21




domenica 30 ottobre 2016

Improvvisando con... Enzo Giannelli e Roberto Berlini

Ritorna, come ogni lunedì, l'appuntamento con Enzo Giannelli e Roberto Berlini e il loro "Piccolo caffè".



Questa settimana i nostri due amici improvvisano un po'... c'è posto per tutti. 
L'argomento? Il potere evocativo delle canzoni... Gli ospiti? Tanti, tutti Nico Fidenco. 

Vi aspettiamo!

Il "Piccolo caffè" apre:

- lunedì alle 10
- martedì alle 14:30
- mercoledì alle 18
- giovedì alle 21

Radio Il Discobolo, Monica Castello intervista Eugenio Bennato


Appuntamento imperdibile per gli appassionati di musica napoletana e popolare, questa settimana. Radio Il Discobolo propone infatti un'intervista di Monica Castello a Eugenio Bennato.

Cantautore e musicista, fa parte della scuola napoletana ed è tra i fondatori della Nuova Compagnia di Canto Popolare nel 1969 e dei MusicaNuova nel 1976. Autore di diverse colonne sonore, ha all'attivo partecipazioni al Festival di Sanremo, alcuni successi commerciali, tra cui, in coppia con il fratello Edoardo Le città di mare, nel 1989 e tanta sperimentazione musicale.

Ascolteremo l'intervista:

- lunedì alle 21
- martedì alle 18
- giovedì alle 10
- venerdì alle 14:30





sabato 29 ottobre 2016

Radio Il Discobolo, i programmi di domenica 30



Da domani, domenica 30, inizia la nuova settimana in compagnia dei programmi di Radio Il Discobolo. 


Vediamo, nel dettaglio, gli appuntamenti di domani.



Alle ore 8:30 Orietta Berti e Gigliola Cinquetti saranno le protagoniste della rubrica La Hora Italiana, che sarà replicata lunedì alle 14:30 e mercoledì alle 21.



Alle ore 9:30, per "C'era una volta il cinema" si parlerà di Roberto Benigni.



Alle ore 10 Varietà Varietà (in replica sabato alle 18) con i seguenti protagonisti: Monica Vitti, Vittorio Gassman, Paolo Villaggio, Rina Morelli, Paolo Stoppa, Ugo Tognazzi, Gianni Agus;  La squadra Italia, Johnny Dorelli, The Ronettes, Gigliola Cinquetti, Gianni Morandi, Al Bano;

orchestre dirette dai maestri Pippo Barzizza, e Marcello de Martino. 

Alle ore 11:30 a WikiRadio Oggi la vita di Luigi Einaudi.

Alle ore 14:30, 12° trasmissione con Antonio Mastrorocco, "Io e la musica".

Alle ore 18, 5° appuntamento con la lettura di "Cuore".

Alle ore 19:15, "W l'Italia": protagonista Emma Bonino.

Alle ore 21, per l'appuntamento con la prosa, "Il nemico del popolo", opera di Ibsen, 
registrazione del 1971 con Giulio Bosetti e Ivo Garrani.



venerdì 28 ottobre 2016

Varietà Varietà di sabato 29

Chi avesse perso la puntata di "Varietà Varietà" trasmessa domenica scorsa, la può recuperare domani, sabato 29, alle ore 18. 


Avrete la possibilità di ascoltare i seguenti attori: Franca Valeri, Walter Chiari, Carlo Campanini, Gigi Proietti, Raffaella Carrà, Johnny Dorelli, Vittorio Gassman. Giuliana Lojodice, Aroldo Tieri e i seguenti cantanti:Ricchi e Poveri, Sylvie Vartan, Caterina Caselli, Miranda Martino, I fratelli La Bionda, Dionne Warwick.
Il tutto con le orchestre dirette dai Maestri Pippo Barzizza e Marcello de Martino. 

Buon divertimento!

www.ildiscobolo.net
178.32.137.180:8555/stream


Accadde Oggi: Ernest Hemingway vince il Nobel per la Letteratura



Il 28 ottobre 1954 lo scrittore americano Ernest Hemingway viene insignito del Premio Nobel per la Letteratura per l'opera "Il vecchio e il mare". (la motivazione: “per la sua maestria nell'arte narrativa, recentemente dimostrata con Il vecchio e il mare e per l'influenza che ha esercitato sullo stile contemporaneo”).
Lo scrittore, che soffriva per i postumi di un incidente aereo occorsogli in Africa qualche mese prima, non fu in grado di andare fino in Svezia per ritirare il riconoscimento, che gli fu recapitato a casa: pare che lo scrittore commentò: "Troppo tardi".

Hemingway, scrittore, giornalista, autore di romanzi considerati pietre miliari della letteratura americana, ebbe una vita avventurosa e a tratti dissoluta, dedita all'alcool, costellata di problemi di salute e incidenti, funestata dalla depressione e, infine, conclusa nel 1961 con un suicidio con un colpo di fucile.

giovedì 27 ottobre 2016

Wikiradio Oggi, i prossimi appuntamenti

WikiRadio Oggi va in onda ogni giorno, alle 11:30, su Radio Il Discobolo.
Vi presentiamo gli argomenti dei prossimi giorni:

- venerdì 28: Il giorno del NO in Grecia. Si riferisce al rifiuto del Primo Ministro, Ioannis Metaxas, di far entrare in Grecia le truppe di Benito Mussolini. L'esercito italiano, che si trovava in Albania, invase il territorio greco, riportando una solenne sconfitta. "Il giorno del NO" viene (dal 1946) festeggiato con sfilate delle scuole e dell'esercito. 

Emblema della 8ª Divisione di Fanteria, la prima unità ad affrontare l'invasione italiana. Il suo motto è OXI (ochi)(no). 

- sabato 29: L'eccidio di Melissa. A Melissa il 29 ottobre 1949 la polizia di Stato e un gruppo di contadini furono coinvolti in un conflitto. Questi ultimi manifestavano per chiedere con forza il rispetto dei provvedimenti emanati nel dopoguerra dal ministro dell'Agricoltura Fausto Gullo e la concessione di parte delle terre lasciate incolte dalla maggioranza dei proprietari terrieri. Quella mattina i poliziotti fecero irruzione in una tenuta occupata e cercò di cacciare i contadini, ma, quando questi opposero resistenza, la polizia aprì il fuoco.  Rimasero uccise tre persone: Francesco Nigro, di 29 anni, Giovanni Zito, di 15 anni, e Angelina Mauro, di 23 anni, che morirà più tardi per le ferite riportate; i feriti furono 15.


- sabato 30: Luigi Einaudi. Il 30 ottobre 1961 muore a Roma, all'età di 87 anni, Luigi Einaudi: economista, accademico, politico e giornalista. Secondo Presidente della Repubblica Italiana, successore di Enrico de Nicola, fu Capo dello Stato dal 1948 al 1955, quando lasciò il posto a Giovanni Gronchi. 
Suo figlio, Giulio, è il fondatore dell'omonima casa editrice. 



Addio al "signore" della tv: a 84 anni è morto Luciano Rispoli



Educato, garbato, cerimonioso, protagonista di una televisione che oggi sembra scomparsa; una tv mai urlata, educativa e adatta a un pubblico di tutte le età. Questo era Luciano Rispoli, scomparso ieri (26 ottobre) dopo una lunga malattia a 84 anni. Calabrese di nascita, è stato conduttore radiofonico e televisivo, giornalista e autore. Ha lavorato a lungo in Rai e, dal 1990 in poi, su televisioni private, tra cui TeleMontecarlo.

Tra le sue trasmissioni di maggior successo, ricordiamo "Parola mia", condotta tra il 1985 e il 1988 in Rai, fascia preserale, con la partecipazione del linguista Gianluigi Beccaria. 
I concorrenti si sfidavano in prove di conoscenza della lingua italiana: dalle etimologie ai sinonimi e contrari, dai modi di dire all'analisi di brani letterari. La trasmissione era così famosa che divenne anche un gioco da tavolo.




mercoledì 26 ottobre 2016

Accadde Oggi: nel 1871 nasce Trilussa

Il 26 ottobre del 1871 nasceva a Roma Carlo Alberto Camillo Mariano Salustri, meglio conosciuto come Trilussa. 
Poeta, scrittore, giornalista, è famoso soprattutto per le sue opere in dialetto romanesco.



Le sue poesie sono impregnate di satira politico-sociale: Trilussa si scaglia principalmente contro la corruzione dei politici, il fanatismo dei gerarchi e gli intrallazzi del potere (si pensi soprattutto alla celebre Ninna nanna della guerra, musicata da Maria Monti e ripresa poi da Claudio Baglioni).


Famosa anche la sua ironica visione della statistica secondo la quale, se il ricco mangia due polli e il povero nemmeno uno, risulta che tutti mangiano un pollo all'anno. 




Ma le poesie di Trilussa non sono solo ironiche e satiriche, ma spesso anche velate di crepuscolare malinconia, di riflessione sul passare del tempo e la solitudine.

Foglie gialle
Ma dove ve ne andate,
povere foglie gialle,
come tante farfalle spensierate?
Venite da lontano o da vicino?
Da un bosco o da un giardino?
E non sentite la malinconia
del vento stesso che vi porta via ?

Il poeta morì nella sua città il 21 dicembre 1950: 20 giorni prima era stato nominato senatore a vita; con la consueta ironia, Trilussa, anziano e malato, aveva dichiarato: "Mi hanno fatto senatore a morte". Riposa al Cimitero monumentale del Verano.


martedì 25 ottobre 2016

Accadde Oggi: 5 anni fa l'alluvione che sconvolse la Liguria

Monterosso

Il 25 ottobre 2011 era, come oggi, martedì. Il cielo era grigio nello spezzino, poi aveva iniziato a piovere. Ma noi spezzini di città, abituati alla pioggia autunnale, non sembravamo farci troppo caso. Ma la sera, eravamo tutti davanti a televisori e computer, con gli occhi sgranati e un peso sul cuore. Le immagini trasmettevano fiumi e fiumi di fango, che scendevano dalle colline furiosamente, travolgendo tutto ciò che incontravano... distrutta Vernazza, una delle perle delle Cinque Terre; semi-distrutta la vicina Monterosso, isolate molte frazioni della Val di Vara, immensi danni in Val di Magra, devastata Aulla, appena al di là del confine toscano. 

Aulla

I corsi d'acqua erano tracimati, invadendo i campi; la furia del fango aveva buttato giù case e ponti, portando via vite umane. 
Il mondo intero, nei giorni che seguirono la tragedia, si mobilitò per la provincia spezzina, per la ricostruzione, per spalare via quel fango che, come a Firenze e come a Genova, aveva distrutto sogni e speranze in pochi minuti.

Val di Vara

Nei ricordi degli spezzini c'è ancora il mare tinto di marrone, le carcasse delle auto sulla spiaggia, la paura di quello che sarebbe potuto succedere se avesse piovuto ancora, il dolore di chi aveva perso tutto. Incalcolabili i danni, 13 i morti, tante le accuse, i rimbalzi di responsabilità, le accuse, le promesse. 
A distanza di cinque anni, si vedono ancora le tracce dell'alluvione, se ne sente ancora la presenza. Noi spezzini siamo diventati un po' più forti, consapevoli del nostro valore, della solidarietà che scatta quando veniamo colpiti; ma siamo anche un po' più fragili, come fragile è il nostro territorio. 

(Claudia Bertanza)

La Voce del Padrone, Simone Calomino "gioca" con le parole...

Come ogni settimana, ritorna "La voce del padrone" con Simone Calomino.
L'argomento trattato sarà "Parole libere, neologismi e nonsense".



Pronti a giocare con le parole?
Vi aspettiamo:

- mercoledì alle 10
- giovedì alle 14:30
- venerdì alle 18
- sabato alle 21


www.ildiscobolo.net
http://178.32.137.180:8555/stream

lunedì 24 ottobre 2016

Dal fonografo al microsolco, quarta puntata.

Partirà dalla fine degli anni '30 e attraverserà quattro decenni la quarta tappa del viaggio di Sandro Alba e Massimo Baldino attraverso la musica, a 78 e 45 giri.



Ritorna, a partire da domani, "Dal fonografo al microsolco"; tra le canzoni che ascolteremo, "Prima di te nessuno" interpretata da Barbara Monis, in un'incisione del 1939. Sempre dal lontano 1939, ascolteremo "Lontano", cantata da Renzo Mori e Crivel, diretti dal Maestro Dino Olivieri.
E infine, arrivando al 1961, Peppino di Capri in "Parlami d'amore Mariù".

La trasmissione andrà in onda:

- martedì alle 10
- mercoledì alle 14:30
- giovedì alle 18
- venerdì alle 21




WikiRadio Oggi, i prossimi appuntamenti



Vi presentiamo gli appuntamenti dei prossimi giorni con WikiRadio Oggi. La rubrica va in onda ogni giorno alle 11:30.

- Martedì 25 Al Capone. Nell'ottobre del 1931 il famoso gangster statunitense venne processato e condannato per evasione fiscale. Incarcerato prima ad Atlanta e, in seguito, ad Alcatraz, non scontò l'intera pena per motivi di salute. Morì nel 1947, a 48 anni. 

- Mercoledì 26 L'incontro di Teano. Il celebre incontro tra Giuseppe Garibaldi e Vittorio Emanuele II, episodio con cui si concluse la spedizione dei Mille, avvenne il 26 ottobre 1860.

Pietro Aldi L'incontro tra Giuseppe Garibaldi e Vittorio Emanuele II. Affresco del 1886 nella sala del Palazzo Pubblico di Siena

- Giovedì 27 L'incendio del Petruzzelli. Il più importante teatro di Bari, sorto nel 1903, venne devastato da un pauroso incendio nella notte tra il 26 e il 27 ottobre 1991; solo il crollo della cupola impedì che il rogo distruggesse la costruzione per intero. Ironia della sorte, l'ultima opera rappresentata (la Norma di Bellini) termina proprio con un rogo. Il Petruzzelli è tornato in attività nel 2009.




domenica 23 ottobre 2016

In azzurro... con Enzo Giannelli e Roberto Berlini



Immaginate un Piccolo caffè tutto azzurro, con il bancone in lapislazzuli e tanti fiori dappertutto, ovviamente azzurri anche loro. Iris, fiordalisi, nontiscordardimè... 
Che facciamo in questo caffè? 
Ci sediamo, ordiniamo qualcosa di caldo da bere e... iniziamo a chiacchierare con Enzo Giannelli e Roberto Berlini.
Abbiamo anche un ospite... il cantante veneziano Aldo Donà che, restando "in tinta", canterà "Lanterna blu". 

Siete pronti? 
Il nostro Piccolo caffè è aperto:

- lunedì alle 10
- martedì alle 14:30
- mercoledì alle 18
- giovedì alle 21

Vi aspettiamo!

www.ildiscobolo.net
http://178.32.137.180:8555/stream

"Lumìe di Sicilia": Pirandello su Radio Il Discobolo domenica alle 21

Stasera alle 21 Radio Il Discobolo, per la stagione di prosa, propone "Lumìe di Sicilia", di Luigi Pirandello.

Si tratta di una commedia in un solo atto, tratta da una novella omonima del 1910 e rappresentata per la prima volta il 9 dicembre dello stesso anno al Teatro Metastasio di Roma.
Le versione che ascolteremo stasera ha come protagonista Salvo Randone, attore siciliano scomparso nel 1991 a 85 anni. 



sabato 22 ottobre 2016

Radio Il Discobolo, la nuova settimana

Domenica 23 ottobre inizia la nuova settimana in compagnia di Radio Il Discobolo.



Ascolteremo un'intervista allo scrittore Alberto Bevilacqua; un altro scrittore, Gianni Rodari, sarà il protagonista di una puntata di WikiRadio Oggi, che si occuperà anche di Al Capone, dell'incontro di Teano e dell'incendio del Petruzzelli...

Per la grande prosa, domenica alle 21 ascolteremo "Lumìe di Sicilia" con Salvo Randone. Gli amici argentini, nella loro "Hora Italiana", ci faranno rivivere le atmosfere degli anni Cinquanta. E ovviamente tanto, tanto altro: musica, le nostre trasmissioni preferite... continuate a seguirci. 

Vi aspettiamo!


venerdì 21 ottobre 2016

Carlo Cassola a WikiRadio Oggi

La puntata di WikiRadio Oggi in onda sabato 22 alle 11:30 è dedicata allo scrittore e saggista romano Carlo Cassola.



Nato nel 1917 e morto nel 1987, inizia a scrivere racconti all'età di vent'anni e nel 1942 pubblica le sue prime raccolte. La sua opera più famosa è "La ragazza di Bube", nel 1960: grazie a questo romanzo, che diventerà un film l'anno successivo (e lo scrittore partecipa alla stesura della sceneggiatura), vince il Premio Strega.


giovedì 20 ottobre 2016

L'invenzione della lampadina a WikiRadio Oggi

Chi ha inventato la lampadina lo sanno tutti, ma quanti sanno quando è stata accesa la prima? 



Era il 21 ottobre del 1879 quando Thomas Edison riuscì, dopo alcuni tentativi falliti, a far funzionare la prima: fu un evento straordinario, che durò 13 ore e mezzo. Poche ore, che hanno cambiato la storia. 

Di questa storia che, all'epoca, doveva apparire incredibile, quasi "miracolosa", immaginiamo, parlerà WikiRadio Oggi venerdì 21 ottobre alle ore 11:30.

Radio Il Discobolo al Tenco 2016



Anche Radio Il Discobolo seguirà il Premio Tenco 2016 e lo farà, come lo scorso anno, con alcuni speciali condotti da Freddy Colt. 
Ogni giorno avremo il resoconto della sera precedente. Si inizia già oggi, con la presentazione, a cura di Massimo Baldino, del programma di questa 3 giorni che animerà Sanremo dal 20 al 22 ottobre, in nome della grande musica d'autore.

Gli appuntamenti
Gli speciali sul Premio Tenco 2016 andranno in onda da giovedì 20 a domenica 22, alle ore 16:00 e, in replica, alle ore 19:15.




mercoledì 19 ottobre 2016

Mario Luzi a WikiRadio Oggi

Giovedì 20, alle 11:30, a WikiRadio Oggi si parlerà di Mario Luzi.
Il famoso poeta e scrittore era nato il 20 ottobre del 1914; muore ultranovantenne nel 2005. Il giorno del suo 90° compleanno era stato nominato senatore a vita.


La notte lava la mente
Poco dopo si è qui come sai bene,
fila d'anime lungo la cornice,
chi pronto al balzo, chi quasi in catene.
Qualcuno sulla pagina del mare
traccia un segno di vita, figge un punto.
Raramente qualche gabbiano appare.



martedì 18 ottobre 2016

Premio Tenco, da giovedì a sabato la grande musica a Sanremo


SANREMO- Al via giovedì la quarantesima edizione del Premio Tenco, la Rassegna della canzone d'autore, in programma dal 20 al 22 ottobre a Sanremo, con le serate al Teatro Ariston e gli appuntamenti mattutini e pomeridiani nella sede del Club Tenco e nel quartiere storico della Pigna.
Radio1 Rai, radio ufficiale della manifestazione, trasmetterà in diretta le tre serate dalle 23 alle 24 all'interno del programma “King Kong”, condotto da Silvia Boschero e a cura di Timisoara Pinto. Commenti, video, foto, notizie lungo tutte le giornate della manifestazione saranno oggetto di una diretta sui social network del Club (www.facebook.com/ilclubtenco e twitter.com/ClubTenco).

Sarà un'edizione composita, con diversi temi che l'attraversano, da quello delle migrazioni e dell'integrazione fra i popoli all'omaggio di sabato a Luigi Tenco (dalla serata verranno tratti degli speciali televisivi, grazie alla produzione di iCompany), dalle Targhe Tenco per i migliori dischi dell'annata ai tre Premi Tenco, Stan Ridgway, Otello Profazio e Sergio Staino.

Dopo un'anteprima martedì 18 e una mercoledì 19 - alle 17 con la proiezione del film “Fuocoammare” di Gianfranco Rosi, Orso d’Oro al Festival di Berlino e candidato all’Oscar - il via ufficiale sarà dato giovedì 20 ottobre nella sede del Club, come tutti i giorni alle 11.30, con una performance di strada della Bandakadabra e gli incontri con gli artisti che si esibiranno la sera. I pomeriggi si svolgeranno dapprima nella stessa sede del Club per poi spostarsi alle 18.30 nell’ex Chiesa di Santa Brigida alla Pigna. In sede sono previsti giovedì la presentazione di un libro di Massimo Cotto su Leonard Cohen e il film “Redemption Song”, sempre sul tema dei migranti; venerdì un intero pomeriggio con Sergio Staino, al quale ha annunciato la sua presenza anche Carlin Petrini; mentre sabato il pomeriggio sarà dedicato a Luigi Tenco, e in quest’occasione, fra le altre cose, è programmato un intervento di Morgan per parlare in anteprima del suo prossimo album dedicato a Tenco. Alla Pigna gli appuntamenti saranno anche musicali, con Giacomo Sferlazzo giovedì, Piji con Paola Farinetti venerdì per ricordare Gianmaria Testa, e Giorgio Laneve sabato.

All’Ariston giovedì sera saranno sul palco: Bombino, Motta (Targa Tenco miglior disco d'esordio), Nuova Compagnia di Canto Popolare, Pino Pavone, Otello Profazio (Premio Tenco alla carriera), James Senese & Napoli Centrale (Targa Tenco miglior disco in dialetto), Ivan Talarico, Peppe Voltarelli (Targa Tenco miglior disco di interprete).


Venerdì 21 ottobre sarà la volta di Enzo Avitabile & Amal Murkus, Claudia Crabuzza (Targa Tenco miglior disco in dialetto), Niccolò Fabi (Targa Tenco miglior disco assoluto delll'anno), Lula Pena, Stan Ridgway (Premio Tenco alla carriera), Gianluca Secco. E consegna della Targa Tenco per la canzone “Bomba intelligente”, incisa dal compianto Francesco Di Giacomo e da lui scritta con Paolo Sentinelli, che verrà eccezionalmente interpretata da Andrea Satta.
Durante la serata verrà proclamato il Premio Club Tenco/NuovoImaie, assegnato a un interprete emergente presente in Rassegna.

Sabato 22 ottobre si alterneranno in scena, ognuno con due pezzi di Luigi Tenco: Ascanio Celestini, Kento, Bocephus King, Diego Mancino, Morgan, Noemi, Roy Paci, Marina Rei, Gli Scontati, Alfina Scorza, Vanessa Tagliabue Yorke, tutti con l’Orchestra Sinfonica di Sanremo diretta da Mauro Ottolini.
Tutti gli interpreti invitati hanno meno di 50 anni, sono cioè nati dopo il 27 gennaio 1967, il giorno della tragica scomparsa di Tenco, proprio a Sanremo. Ciò per dimostrare come le generazioni di artisti arrivate dopo di lui possano impadronirsi di un repertorio dal valore perenne. Da qui il titolo “Come mi vedono gli altri... quelli nati dopo”. Sottotitolo: “50 anni senza Luigi Tenco”. Sarà presente al completo la famiglia Tenco.

Le serate sono presentate come sempre da Antonio Silva. Sono previste divertenti incursioni musicali della Bandakadabra, sia sul palco che per le vie di Sanremo.

La “Rassegna della canzone d'autore” è organizzata dal Club Tenco con il contributo del Comune di Sanremo, del Casinò di Sanremo e di SIAE, con il sostegno di Coop Liguria e Nuovo Imaie. Media partner è Rockol.it.

Nei giorni seguenti alla manifestazione sul sito www.clubtenco.it saranno disponibili per il download le registrazioni audio in formato mp3 delle serate, così come per le precedenti rassegne del Club. L'iniziativa è realizzata in collaborazione con Fonderia Mercury di Milano.

Biglietti e abbonamenti si possono acquistare alla cassa del Teatro Ariston (Via Matteotti 107, Sanremo - Tel. 0184 507070) tutti i giorni dalle 16 alle 21, anche telefonicamente. I singoli biglietti possono essere acquistati anche on line attraverso www.clubtenco.it e www.premiotenco.it
Biglietti: poltronissima 45 euro + 5 euro prevendita, poltrona I settore 35+ 4, poltrona II settore 25+4, galleria 25+4, ultime 6 file galleria 20+4. Abbonamenti: poltronissima 90 + 9, poltrona I settore 70+ 6, poltrona II settore 54+6, galleria 54+6, ultime 6 di galleria 44+6.


Cavalli e carrozzelle... con Simone Calomino


Questa settimana la nostra "passeggiata" tra le canzoni di ieri e oggi, con il nostro Simone Calmonino sarà in sella a cavalli o a bordo di carrozzelle... 

Tra i brani proposti, "Al ritmo della carrozzella", Duo Fasano e "Op op trotta cavallino", Nella Colombo.
Pronti per una bella cavalcata?

"La voce del padrone" vi aspetta:

- mercoledì alle 10
- giovedì alle 14:30
- venerdì alle 18
- sabato alle 21







lunedì 17 ottobre 2016

Antonio Meucci a WikiRadio Oggi

Il 18 ottobre 1889 moriva a New York Antonio Meucci: il celebre inventore italiano era nato a Firenze il 13 aprile 1808.
Da più fonti Meucci è accreditato come l'inventore del telefono (il cosiddetto tettrofono) nonostante la "diatriba" con lo scozzese Alexander Graham Bell.


Di Meucci e delle sue numerose invenzioni parlerà WikiRadio Oggi di martedì 18, in onda alle 11:30 su www.ildiscobolo.nethttp://178.32.137.180:8555/stream.


Dal fonografo al microsolco, terzo appuntamento

Ritorna, anche per questa settimana, "Dal fonografo al microsolco", con Sandro Alba e Massimo Baldino.



Sarà, come sempre, un viaggio attraverso i 45 e 78 giri che hanno fatto la storia della musica italiana... ascolteremo, tra le altre canzoni,  "Spazzacamino" interpretata da Gilda Mignonette, un brano registrato addirittura nel 1929! Un bel passo indietro nel tempo, che dite?


Avvicinandoci a poco a poco ai giorni nostri, ascolteremo "Domenica è sempre domenica", nell'interpretazione di Masseglia Natali Rossella, con l'Orchestra diretta dal Maestro Kramer.

Le altre canzoni non ve le anticipiamo... sarà una sorpresa!

Ascolteremo i nostri due amici:

- martedì alle 10
- mercoledì alle 14:30
- giovedì alle 18
- venerdì alle 21


Un secolo fa... intervista ad Antonello Venditti



Questa settimana, per la rubrica "Un secolo fa... Storie e personaggi del Novecento" ascolteremo un'intervista al cantautore  Antonello Venditti, tra i più famosi e prolifici autori e interpreti della scuola romana. 
Nato nel 1949 "sotto il segno dei pesci", esordisce nel 1972 con l'album "Theorius Campus", assieme a un altro esordiente, destinato a diventare famosissimo: Francesco de Gregori. 
Venditti, che ha mescolato da sempre canzoni d'amore, d'impegno sociale (si pensi a Lilly, dedicata al difficile tema della tossicodipendenza) e dedicate alla sua amata Roma (tra tutte, Roma capoccia), ha all'attivo oltre 30 milioni di dischi venduti.

L'intervista andrà in onda:

- lunedì  alle 21
- martedì alle 18
- giovedì alle 10
- venerdì alle 14:30 


domenica 16 ottobre 2016

Piccolo caffè: Giannelli e Berlini... alle prese con i pirati

Nunzio Gallo sarà l'ospite immaginario del Piccolo caffè a cui siedono, chiacchierando e ascoltando musica, Enzo Giannelli e Roberto Berlini.



Tra gli argomenti della puntata, i pirati e il bacio; l'angolo letterario è dedicato a Corrado Govoni. 
Allora accomodatevi, preparatevi un tè caldo con due pasticcini e ascoltate attentamente... al "Piccolo caffè" come ha detto Giannelli, non servono contanti, ma... cantanti!

"Piccolo caffè. Chiacchiere e canzoni in libertà" andrà in onda:

- lunedì alle 10
- martedì alle 14:30
- mercoledì alle 18
- giovedì alle 21


"Ciao Dario": Milano sotto la pioggia dà l'addio al suo "giullare"


Ieri mattina Piazza Duomo, a Milano, era una distesa di ombrelli colorati. Pioveva forte, ma migliaia di persone non hanno voluto perdere l'occasione di porgere a Dario Fo l'ultimo saluto. Tanti colleghi, amici, gente comune: gli operai, i ragazzi dei centri sociali, tutti coloro a cui Fo aveva dato voce, tutti quelli che, prima, la voce non l'avevano.
Un funerale laico, come lo aveva avuto anche Franca Rame, perché il grande attore era ateo; un funerale ricco di colori e musica,  con qualche inevitabile lacrima.



"Mio padre non ha mai chinato la testa" ha detto il figlio Jacopo, mentre Carlo Pietrini, amico di Fo, ha esortato: "Allegri bisogna stare perché troppo piangere non rende onore ai nostri amici e perché celebriamo la vita".