martedì 30 luglio 2019

Ritorna "Zazzarazzaz", intervista a Freddy Colt.


La città di Sanremo ospiterà, come ogni anno, "Zazzarazzaz", festival della canzone jazzata, a cura di Freddy Colt. Il Festival dura tre giorni, dal 4 al 6 agosto.

A tal proposito, abbiamo intervistato Freddy Colt. L'intervista, a  cura di Laura Rossi con collaborazione alla regia di Walter Martinelli, andrà in onda sulle nostre frequenze:

- mercoledì 31 alle 18
- venerdì 2 agosto alle 21
- sabato 3 agosto alle 14:30

http://178.32.137.180:8555/stream

giovedì 25 luglio 2019

Premio Amnesty International Italia, i Grace N Kaos vincono tra gli emergenti



Sono stati i Grace N Kaos con la canzone “Nero” (sul tema dello sfruttamento del lavoro agricolo e del caporalato) a vincere il Premio Amnesty International Italia nella sezione Emergenti domenica sera a Rosolina Mare (Rovigo).
Il contest si è svolto nell’ambito del festival “Voci per la libertà – Una Canzone per Amnesty”, evento in collaborazione con Amnesty International Italia che ospita ogni anno vari artisti, tra emergenti e affermati, che si sono contraddistinti per la loro sensibilità verso i diritti umani. L’edizione di quest’anno, la 22a, si è svolta fra il 18 e il 21 luglio. Significativa la campagna supportata quest’anno: “Sui diritti umani non si torna indietro”.

I Grace N Kaos, primi rodigini ad aggiudicarsi il premio assoluto a distanza di 22 anni, hanno anche vinto il premio del pubblico ed avranno inoltre la possibilità di effettuare un tour di otto concerti promosso dal NuovoImaie.

Il Premio della critica è andato invece al fiorentino Giulio Wilson, mentre la targa “Il migliore per noi” di Viva la radio! Network se lo sono accaparrati i cagliaritani The Roomors. Molti sono stati comunque i consensi anche per gli altri due finalisti, Chiara Patronella e Chiara Effe.



Domenica c’era grande attesa anche per l’ospite d’onore Roy Paci, vincitore del Premio Amnesty International Italia nella sezione Big per la canzone “Salvagente” (realizzata con Willie Peyote). L’artista siciliano si è esibito in serata con il rapper Picciotto; i due, che erano accompagnati dal producer Gheesa, hanno portato in scena un mash up di sonorità che ha attraversato i rispettivi stili musicali e contenuti, così come avevano nel mese di maggio a Palermo nella manifestazione-concerto May-Day, organizzata per finanziare le missioni della ong Mediterranea Saving Humas.

Con Paci c’è stato anche un incontro pomeridiano alle 18.30 al Centro congressi, nel quale ha fra l’altro dichiarato: “Non penso di essere io il protagonista di questo premio, vorrei che il protagonista fosse l’umanità delle persone. Questo premio è come la pacca di una amica, Amnesty, che ti dice ‘continua cosi, ci sono io a fianco a te’ per quello che ho fatto schierandomi in prima persona. Sono emozionatissimo, mi viene da piangere, come un bambino. Senza vergognarmene.”

Quattro giorni di musica, arte, impegno civile, emozioni e divertimento: è questo il consolidato format del festival che ha visto sul palco grandi ritorni, come i Pupi di Surfaro (vincitori della scorsa edizione), le Mujeres Creando, Kumi Watanabe, Michele Mud, Bo.Ro.Fra e altri ospiti importanti come Gio Evan, La Municipàl e Valerio Piccolo, alla loro prima esperienza a “Voci”. Senza dimenticare gli altri semifinalisti, Giovi & Massimo Francescon Band, Enzo Beccia e Bif, e i presentatori delle serate, Savino Zaba (Radio1 Rai) e Carmen Formenton (Voci per la Libertà).

A decidere prima i finalisti e poi il vincitore è stata una giuria di grande prestigio composta da giornalisti, addetti ai lavori e esponenti di Voci per la libertà e Amnesty International. Tra semifinali e finale è stata formata da: Claudio Agostoni (Radio popolare), Giò Alajmo (spettakolo.it), Eugenio Arcidiacono (Famiglia Cristiana), Marco Cavalieri (Radio Elettrica), Francesca Cesarotti (Amnesty International Italia), Nicola Dalla Pasqua (Amnesty International Veneto), Enrico de Angelis (storico della canzone), Katia Del Savio (Indiana Music Mag), Enrico Deregibus (giornalista e operatore), Aldo Foschini (Musica nelle Aie), Michele Lionello (direttore artistico Voci per la Libertà), Ivan Malfatto (Gazzettino), Gianluca Mura (Radio41), Elisa Orlandotti (Funny Vegan), Angelo Pangrazio (Tgr Veneto), Valerio Piccolo (musicista), Riccardo Pozzato (musicista), Silva Rotelli (ideatrice di Inalienabile), Emanuele Scatarzi (Viva la Radio! Network).

Voci per la libertà non è solo musica: durante le giornate del festival è stato possibile visitare due mostre, una era “In arte Dudu” (la Dichiarazione universale dei diritti umani illustrata da giovani artisti) e l’altra quella di Andrea Artosi (Artax) "Parliamone in piazza", su numeri e persone di origine straniera abitanti a Rovigo. E due installazioni: “Love difference”, l’arte urbana per la socializzazione, e "Inalienabile", opera immersiva di Silvia Rotelli su musica e diritti umani.

Partner della manifestazione quest’anno è stato il progetto Hatemeter, che ha lo scopo di accrescere le conoscenze sull'hate speech (ovvero l’incitamento all’odio e alla discriminazione) anti-islamico online e di sostenere le ONG nella lotta all'islamofobia a livello europeo. La piattaforma Hatemeter è sperimentata e validata in Italia da Amnesty.

Il festival avrà una coda con due eventi sotto il nome di “Voci per la Libertà in tour”. Sabato 27 luglio alle 19 a Porto Tolle (RO), sulla spiaggia di Barricata Bagno Olimpo, un concerto dei Marmaja, sabato 3 agosto sempre alle 19.00 a Porto Tolle ma sulla spiaggia di Boccasette Bagno Scano Palo, concerto dei Do’storieski.

Un’iniziativa di: Associazione Voci per la Libertà, Amnesty International, Comune di Rosolina

Con il contributo di: CGIL Rovigo, CISL Padova e Rovigo, UIL Padova e Rovigo, progetto Hatemeter. 

Partner tecnici: Pro loco Rosolina, ARS audio & light, Idee Grafiche, Forpress, Mei - Meeting degli Indipendenti, Musica nelle Aie, OPS Group, Rete dei Festival, Studioartax, Musplan, Adver Italia. 

Media partner: FunnyVegan, ViaVaiNet, REMweb. 

Radio partner: Radio 41, Viva La Radio! Network, Radio 41, Radio Popolare, Atom Radio, IwebRadio, Oradio.it, Radio Atlanta, Radio Bellissima, Radio Bla Bla network, Radio Città Benevento, Radio Eco sud, Radio Elettrica, Radio Garda, Radio L'Olgiata , Radio Michelle, Radio Pico, Radio Ragusa, Radio Sanremo, Radio Sardinia, Radio Sette Asiago, Radio stereo 5, Rt Radio Terapia, Studio Emme Network, Radio Michelle, Studio Tre Radio, Studio Uno Abruzzo, UnicaRadio, Webradio 63.

Maggiori informazioni sul festival si possono trovare sul sito: www.vociperlaliberta.it

domenica 21 luglio 2019

Altro lutto nel mondo dello spettacolo, è morta Ilaria Occhini



Aveva 85 anni Ilaria Occhini: l'attrice, nata a Firenze il 28 marzo 1934, è morta nella sua città sabato 20 luglio. 

La ricordiamo con questa scena, tratta da "Mine vaganti" di Ferzan Ozpetek (2010), film nel quale interpreta la "mina vagante" della famiglia.


sabato 20 luglio 2019

Faenza, ritorna il Forum del giornalismo musicale, tra gli ospiti Ginevra di Marco e Cristina Donà



Torna il 5 e 6 ottobre a Faenza, nell’ambito del Mei, la quarta edizione del Forum del giornalismo musicale. Un evento mai realizzato in Italia che ha suscitato nei primi tre anni grande interesse, con la presenza di tantissimi giornalisti, da quelli delle grandi testate a quelli delle webzine, delle radio e tv e di tutti i new media.

Anche quest’anno la due giorni, diretta da Enrico Deregibus, si terrà nel palazzo comunale di Faenza e vedrà diversi appuntamenti fra cui un incontro con Ginevra di Marco e Cristina Donà.




Si comincerà sabato 5 ottobre dalle 14 con l’assemblea dell’AGIMP, l’Associazione dei Giornalisti e critici Italiani di Musica legata ai linguaggi Popolari.

L'Agimp nasce da un'idea lanciata nel 2016 durante il Forum. Una proposta legata al fatto che mentre i critici di musica classica hanno da anni la loro associazione, quelli legati al composito mondo che comprende gli altri generi non avevano ancora una casa comune. All'associazione, in via di consolidamento, possono aderire coloro che scrivono di musica senza necessariamente essere iscritti all'Ordine dei giornalisti, ma che dimostrino di svolgere attività su differenti media (giornali, radio, tv, web compresi i blog e le emittenti). Rappresentanti dell'Agimp, che ha la sede operativa presso il Mei di Faenza, hanno partecipato durante l'anno a iniziative nazionali come il Coordinamento nazionale degli stati generali della musica emergente a Roma e l'assemblea nazionale Midj (l'associazione italiana musicisti di jazz) a Firenze. Altre iniziative sono in via di programmazione, in attesa dell'appuntamento annuale al Mei 2019. Attualmente l’associazione è rappresentata da un direttivo (formato da Fabio Alcini, Simona Cantelmi, Luciano Lattanzi, Michele Manzotti, Alex Pierro), eletto durante il Forum 2018, che sta preparando un regolamento attuativo dello statuto già approvato, consolidando così le basi dell’associazione.

Alle 17 verrà presentata la rivista “Olifante”, mentre alle 17.30 sarà la volta dell'incontro con Ginevra di Marco e Cristina Donà, che racconteranno del loro rapporto con la critica e il giornalismo musicale, presenteranno il progetto insieme tra tour e disco e parleranno della musica al femminile.

Domenica 6 ottobre dalle 10 ci sarà spazio per una serie di lezioni sul giornalismo musicale che vedranno tra i docenti Vincenzo Cimino, musicista e membro commissione cultura Ordine dei giornalisti (che parlerà di “Musica e giornalismo”), Federico Durante, direttore di Billboard (“Realizzare un mensile musicale oggi”), Cinzia Fiorato, caposervizio e conduttrice TG1 (“Giornalismo musicale in Tv. Ieri, oggi e domani”), Marco Mangiarotti, critico musicale, già vicedirettore de “Il Giorno” (“Dalla critica al selfie. La musica, le pagine, il web”), Vincenzo Martorella, critico musicale (“Ascoltare/scrivere”). Si tratta di un corso accreditato come “formazione professionale continua” per gli iscritti all’ordine dei giornalisti, ma aperto anche ai non iscritti in qualità di uditori. Le iscrizioni saranno aperte da inizio settembre.

Il Forum ha ospitato nei suoi primi tre anni numerose iniziative: tavoli di lavoro, assemblee, lezioni, corsi di aggiornamento, incontri con figure professionali. Sono stati coinvolti sino ad oggi oltre 250 giornalisti, da quelli delle grandi testate a quelli delle webzine, sino alle radio e tv. Una occasione unica per affrontare da molti punti di vista i temi centrali del giornalismo musicale di oggi: il rischio di estinzione, il nuovo ruolo, la carenza di spazi, l'interazione fra media diversi e molto altro.

Sono invitati a partecipare al Forum tutti i giornalisti interessati. Per aderire basta inviare una semplice mail a: enrico.deregibus@gmail.com e in copia a mei@materialimusicali.it .

Per informazioni e adesioni sull’Agimp: associazioneagimp@gmail.com

mercoledì 17 luglio 2019

Cultura in lutto: è morto Andrea Camilleri


L'Italia piange oggi la scomparsa di Andrea Camilleri: scrittore, regista, drammaturgo, sceneggiatore e insegnante, era nato a Porto Empedocle nel 1925 e da un mese era ricoverato all'Ospedale Santo Spirito di Roma dopo un collasso cardiocircolatorio. Stava preparando lo spettacolo "Autodifesa di Caino", che sarebbe dovuto andare in scena lunedì 15 luglio alle Terme di Caracalla di Roma. 

Lo vogliamo ricordare così, con una delle pagine più belle e intense del romanzo
"Il ladro di merendine".

"Iu persi a me matri ch'era macari cchiù nicu i tia" esordì. E iniziarono a parlare, il commissario in siciliano e François in arabo, capendosi perfettamente. Gli confidò cose che mai aveva detto a nessuno, manco a Livia. Il pianto sconsolato di certe notti, con la testa sotto il cuscino perché suo padre non lo sentisse; la disperazione mattutina quando sapeva che non c'era sua madre in cucina a preparargli la colazione o, qualche anno dopo la merendina per la scuola.
Ed è una mancanza che non viene mai più colmata, te lo porti appresso fino in punto di morte. Il bambino gli spiò se lui aveva il potere di far tornare sua madre. No, gli rispose Montalbano, quel potere non l'aveva nessuno. Doveva rassegnarsi. Ma tu avevi tuo padre, osservò François che era intelligente davvero e non per vanto di Livia. Già, avevo mio padre. E allora spiò il picciriddro, lui era inevitabilmente destinato ad andare a finire in uno di quei posti dove mettono i bambini che non hanno né padre né madre? "Questo no. Te lo prometto" disse il commissario. E gli porse la mano. François gliela strinse, taliandolo negli occhi.

sabato 13 luglio 2019

Bordighera, ritorna la "Rassegna d'autore e d'amore".



BORDIGHERA- Continua l’impegno dell'associazione ‘Aspettando Godot’ a tutela culturale di ‘certa musica’ ormai poco gradita ai media, al mercato, alle nuove mode musicali che guardano decisamente ad altro. 
La prossima avventura sarà a Bordighera, per la 6 edizione della nostra ‘Rassegna d’Autore e d’Amore’ 2019

Questo il programma:

Mercoledì 7 agosto – Giardini Lowe ore 20,45: Ken Hensley, musicista di assoluto livello internazionale (ex componente di spicco e Songwriter degli Uriah Heep, tra le più grandi Band del Rock mondiale). Unica data italiana in esclusiva per la nostra Rassegna di Bordighera. 
Gianni Nocenzi (ex Banco del Mutuo Soccorso), un’altra grande figura dello storico Progressive italiano. Si esibirà in piano solo. 
Opening act Davide Laura, giovane promessa musicale di estrazione Ligure. 

Giovedì 8 – Giardini Lowe ore 20,45: Alberto Fortis  (con band al seguito). Ritorna a Bordighera dopo la sua partecipazione di grande successo a ‘d’Autore e d’Amore’ nel 2015. 
Max Manfredi più volte presente negli annali delle Rassegne Tenco. Sarà accompagnato da Marco Spiccio (tastiere) e Alice Nappi (violino). 
Opening act della cantautrice genovese Claudia Pastorino

Sabato 10  – Giardini Lowe ore 20,45: Fabio Concato tra gli Artisti più importanti della Storica Canzone d’Autore, a Bordighera dopo diversi anni di latitanza nel Ponente Ligure. Sarà accompagnato da grandi musicisti. 
Grazia Di Michele, cantautrice storica tra le più brave ed affermate del panorama musicale italiano.
Opening act Giulio Wilson, già tra i protagonisti al concerto nazionale del 1° Maggio a Roma. 


Tutte le informazioni sul sito www.aspettandogodot.it e su Facebook www.facebook.com/eventi.


Accadde Oggi: l'atomica su Nagasaki

Il 6 agosto del 1945 gli Americani sganciarono la bomba atomica “ Little boy ” sulla città giapponese di Hiroshima e tre giorni dopo ri...