Il nostro sito

Il nostro sito
Per info o richieste musicali 380 2399151 (+39)

venerdì 15 gennaio 2016

Aspettando Sanremo, tappa numero 11: Claudio Villa, i Collage e il travolgente successo di "Non amarmi"

Domani, sabato 16, si chiude la settimana di Radio Il Discobolo e proseguono le nostre trasmissioni dedicate al Festival di Sanremo, con l'11° puntata di "Aspettando Sanremo", il programma condotto da Massimo Baldino.
Sempre alle 15:30, sempre su www.ildiscobolo.nethttp://178.32.137.180:8544/stream.



Ma quali canzoni ascolteremo? 
Si parte dal 1957 con la canzone vincitrice, "Corde della mia chitarra", che venne interpretata da Claudio Villa e Nunzio Gallo. Villa, inoltre, fu interprete (assieme a Gino Latilla), di un'altra celebre canzone, "Il pericolo numero uno", che giunse al sesto posto.



Il 1961 fu l'ultimo anno che vide Mina partecipare a competizioni canore; la "Tigre di Cremona" portò al Festival due canzoni, "Io amo tu ami" (che ascolteremo) e "Le mille bolle blu", giunte rispettivamente al quarto e quinto posto, nonostante l'ex Baby Gate fosse data per favorita. Lo stress e la delusione le fecero dire "basta" alle gare. 

Massimo Baldino ci parlerà poi del Sanremo 1977 (di cui la tv trasmise solo la finale) e ascolteremo "Tu mi rubi l'anima", dei Collage (brano arrivato secondo dopo "Bella da morire" degli Homo Sapiens). Il Sanremo del 1977 fu il primo al Teatro Ariston, che ne diventerà poi la sede fissa. 



Passeremo poi al Festival del 1981, con l'esordio sul palco di Sanremo di Michele Zarrillo, (vincitore di Castrocaro 1979) che cantò "Su quel pianeta libero" (8° classificato). Una curiosità (non musicale) su questa edizione: era prevista la partecipazione di Massimo Troisi, ma il comico napoletano all'ultimo momento rinunciò, perché i dirigenti Rai volevano tagliare i suoi monologhi, memori degli scandali causati l'anno precedente da Roberto Benigni (il bacio con la co-conduttrice Olimpia Carlisi e il famoso Woytilaccio con cui il comico toscano si rivolse al Papa).

Arriveremo infine al Sanremo 1992, anno in cui trionfò "Portami a ballare", canzone di Luca Barbarossa dedicata alla mamma e che vide, in gara, brani come "Gli uomini non cambiano" di Mia Martini (2° posto) e "Pitzinnos in sa gherra" dei Tazenda. La canzone che ascolteremo, però, sarà la vincitrice della categoria "Nuove Proposte", "Non amarmi", interpretata da Aleandro Baldi e Francesca Alotta, diventata un vero e proprio tormentone. Ricordiamo, però, anche "Con un amico vicino", cantata da Andrea Mingardi e Alessandro Bono, penultima partecipazione del cantante milanese, che due anni dopo morì di Aids. 





Nessun commento:

Posta un commento