giovedì 10 dicembre 2020

"Il nostro mondo", singolo e video di H.E.R., apripista al tradizione album di "Voci per la libertà. Una canzone per Amnesty".

 


È “Il nostro mondo”, il nuovo singolo e video di H.E.R., a fare da apripista al tradizionale album che il festival “Voci per la libertà – Una canzone per Amnesty” propone ogni anno raccogliendo i brani dei protagonisti del festival veneto che unisce musica e diritti umani.

La raccolta di quest’anno unirà come sempre i nomi più affermati, come Niccolò Fabi, Marina Rei e Margherita Vicario, ai finalisti del contest vinto proprio da H.E.R. La raccolta è uscita nella versione digitale oggi, 10 dicembre, in coincidenza con il 72° anniversario della della Dichiarazione universale dei diritti umani (firmata a Parigi nel 1948). A fine gennaio sarà poi la volta di quella in vinile, un vero oggetto da collezione, realizzato con la casa discografica Ala Bianca, da sempre attenta alle proposte di qualità e che assicura la distribuzione nei negozi da parte di Warner Music e quella di Fuga Digital per il digitale.

A proposito del nuovo singolo H.E.R. ha spiegato che “parte dalla dignità dell'uomo che dovrebbe appartenere a ciascuno di noi: poter scegliere il luogo dove voler vivere senza scappare necessariamente dall'orrore di una guerra o di un regime totalitario deve essere un atto libero e sereno e non dettato dalla disperazione. Se noi tutti non prendiamo atto di questo non possiamo contribuire certo all'evoluzione del mondo”.

Il premio per la vittoria di H.E.R. a “Voci per la libertà – Una canzone per Amnesty”
è stata la realizzazione del videoclip del nuovo singolo. Lo storyboard è molto semplice e parte da un'idea del regista Valerio Matteu che vede la cantante come unica attrice: un personaggio in cerca di una uscita, di una liberazione.

Il nostro mondo” è disponibile nei digital store: https://backl.ink/143445040

Il video invece si può trovare all’indirizzo: https://youtu.be/cNa1v8CLEXc


Il brano di H.E.R., prodotto da Gianni Testa (per Joseba Publishing), compare nella raccolta “Voci per la Libertà – Una canzone per Amnesty. 23a edizione” insieme ad un’altra canzone dell’eclettica cantautrice-musicista pugliese, “Il mondo non cambia mai”, quella che a Voci per la libertà si è aggiudicata il Premio Amnesty International Italia nella sezione Emergenti. Nell’album compare anche il vincitore del premio nella sezione Big, Niccolò Fabi, con “Io sono l’altro”.

La tracklist parte proprio dai due vincitori di “Voci per la Libertà” 2020. Ma non mancano i finalisti, anzi quest’anno finaliste, del contest per gli emergenti: Agnese Valle (con “La terra sbatte”), che ha avuto il Premio della critica; Adriana (con “Bumaye”), premio del pubblico; Assia Fiorillo (con “Io sono te”), premio “Il migliore per noi”; e Micaela Tempesta (che ha presentato “4M3N”).

E poi gli ospiti, ovvero Marina Rei con “Donna che parla in fretta”, Margherita Vicario con “Mandela”, i Meganoidi con “Persone nuove”, The Boylers con “This Is My Place”, i Grace N Kaos, con “Blu cobalto”. Una carrellata di canzoni per fare riflettere e appassionare, “lasciando – come dichiara Michele Lionello, direttore artistico di Voci per la libertà - che siano bellezza ed emozione a lavorare perché le violazioni dei diritti umani cessino una volta per tutte. A questo proposito vorrei ringraziare per la sensibilità tutti i protagonisti, artisti e discografici, che si sono resi disponibili per questa operazione”.





“Voci per la libertà”, che quest’anno è giunto alla 23a edizione, si è svolto in Polesine fra luglio e settembre toccando Adria, Rosolina Mare e Rovigo.

Dal 10 dicembre è online il bando per la nuova edizione del contest per emergenti, mentre da gennaio partiranno le selezioni per le nomination per il premio ai Big. La prossima edizione è prevista dal 23 al 25 luglio a Rosolina Mare.

Tutte le info al sito: www.vociperlaliberta.it

10 dicembre, nella casellina c'è un viaggio... indovinate dove?


 La decima casellina del calendario dell'avvento ci porta - solo idealmente, purtroppo- in Lapponia e più precisamente nel villaggio di Babbo Natale. 

Il vecchietto con la barba bianca è un altro dei protagonisti del Natale: a lui i bimbi di tutto il mondo scrivono le letterine per chiedere i regali. Animatori vestiti da Babbo Natale solitamente affollano le città e i centri commerciali. 

Ma lo sapevate che esiste il villaggio di Babbo Natale? Si trova in Lapponia, a Rovaniemi, è attraversato dal Circolo Polare Artico ed è visitabile ogni giorno dell'anno. Potete anche alloggiare lì. 

Ci sono le renne, gli elfi... e tanto altro. 

Potete visitarlo anche virtualmente, questo il sito.

santaclausevillage.info/it

Vi auguriamo una felice permanenza in mezzo alla magia e ai sogni... 

A domani!


Massimo Baldino ricorda Riccardo Cioni

Improvvisamente questa giornata è divenuta tristissima e cupa. Più cupa del cielo e dei tempi che tutti noi stiamo vivendo da troppo tempo a...