Post

Visualizzazione dei post da gennaio 22, 2018

Accadde Oggi: nel 1898 nasce Sergej Eisenstein

Immagine
Il 22 gennaio 1898 nasceva Sergej Eisenstein. Fu regista, produttore, sceneggiatore, montatore e scrittore: nato a Riga, morì a Mosca nel 1948. Ritenuto tra i più influenti della storia del cinema per via dei suoi lavori rivoluzionari per l'uso innovativo del montaggio e la composizione formale dell'immagine, è famoso soprattutto per "La corazzata Potemkin", film del 1925. Viene considerato tra i migliori film di propaganda mai realizzati.  La scena più famosa del film, quella della carrozzina che scende la scalinata, viene ripresa da Brian de Palma nel mitico "Gli intoccabili". 

A dire il vero la citazione più famosa è quella del film "Il secondo tragico Fantozzi", dove, però, il giudizio sul capolavoro di Eisenstein non è propriamente lusinghiero...

I campioni di Sanremo 2018: "Lo Stato Sociale"

Immagine
(Opera propria WikiKiwi, concerto Varese)


Lo Stato Sociale è un gruppo musicale elettropop bolognese nato nel 2009 formato da tre DJ di Radiocittà Fujiko di Bologna: Alberto Cazzola, Lodovico Guenzi e Alberto Guidetti. Nel 2011 la formazione a tre viene ampliata a quintetto con l'ingresso di Enrico Roberto e Francesco Draicchio. Hanno esordito con l'EP autoprodotto Welfare Pop nel 2010, seguito l'anno successivo da un secondo EP intitolato Amore ai tempi dell'Ikea inaugurando la collaborazione con la Garrincha Dischi. Nel 2012 esce il loro primo album, Turisti della democrazia, al quale fa seguito un tour di 200 concerti in Italia e in Europa. Sempre nel 2012 vincono la seconda edizione del Premio Buscaglione.
Nel 2013, ad un anno dalla prima pubblicazione, Turisti della democrazia viene ripubblicato in edizione deluxe, in formato doppio CD. Il primo CD presenta la tracklist originale, una versione alternativa di Sono così indie e due inediti, mentre il secondo CD compr…

Evadere Dagli Orrori Del Nazismo Attraverso La Lettura: “Storia Di Una Ladra Di Libri”, Di Markus Zusak

Immagine
Sabato 27 si celebra la "Giornata della memoria", ricorrenza che celebra l'apertura dei cancelli di Auschwitz e la "rivelazione" dell'Olocausto al mondo intero.  Arriveremo alla ricorrenza del 27 con segnalazioni di opere (libri, poesie, film) dedicate all'Olocausto. Partiamo con la recensione di "Storia di una ladra di libri"
Una bambina, Liesel, che vede morire il fratellino più piccolo. Una narratrice fuori campo, la Morte. La Germania del Nazismo, tra freddo, povertà e leggi razziali, bambini in divisa, bandiere e Heil Hitler come saluto. L’amicizia con un ebreo nascosto in cantina.  Questa è l’ambientazione di Storia di una ladra di libri (conosciuto anche come La bambina che salvava i libri), il romanzo dell’australiano Markus Zusak uscito nel 2005 e diventato, nel 2013, un film di Brian Percival, che ha avuto notevole successo e ottenuto numerosi premi. Protagonista la giovanissima (e praticamente sconosciuta) Sophie Niessel
Siamo nella…