Il nostro sito

Il nostro sito
Per info o richieste musicali 380 2399151 (+39)

lunedì 7 dicembre 2015

ET e Edward: due importanti anniversari cinematografici

Oggi, 7 dicembre, vi vogliamo parlare di due importanti "compleanni" cinematografici. Si tratta di due film-favola, capaci di entusiasmare e commuovere e che sono adatti anche al periodo natalizio... e questo anticipa una rubrica che partirà domani, dedicata ai "film natalizi". 

Il 7 dicembre del 1982 usciva "E.T. l'extraterrestre", film di fantascienza diretto da Steven Spielberg, tenera storia di un piccolo extraterrestre che stringe una curiosa amicizia con alcuni piccoli terrestri (la bambina del film è Drew Barrymore, che è oggi un'attrice di talento).
"E.T. l'extraterrestre" è stato inserito tra i 100 migliori film statunitensi di tutti i tempi: tra le scene più famose, quella del volo in bicicletta e la frase "E.T. telefono casa...". 
Tenero e divertente, il film lancia un messaggio di tolleranza, amicizia e altruismo ed ha emozionato e commosso milioni di persone in tutto il mondo.


Nel 1990, invece, usciva il film che lanciò la coppia Tim Burton-Johnny Depp: "Edward mani di forbice".

Non mi ha finito...

Edward, creato da uno scienziato che muore prima di fargli le mani, si ritrova con due enormi forbici e vive da solo in un castello, finché una rappresentante Avon lo trova e lo porta a casa sua. Nel piccolo paese dove vive la donna con la sua famiglia (la figlia era interpretata da Wynona Ryder, all'epoca fidanzata con Depp) l'arrivo di Edward crea decisamente scompiglio. Dopo l'iniziale diffidenza, però, il ragazzo viene accettato, anche perché viene "usato" prima come giardiniere, poi come parrucchiere. Ma la favola non è destinata a durare... 


"Come fai a sapere che lui è ancora vivo? 
Non lo so, non ne sono sicura ma io credo che lo sia. Vedi, prima che lui venisse in questa città la neve non era mai caduta, ma dopo il suo arrivo è caduta. Se ora lui non fosse lassù, non credo che nevicherebbe così. A volte può vedermi ancora ballare tra quei fiocchi."






Nessun commento:

Posta un commento