Il nostro sito

Il nostro sito
Per info o richieste musicali 380 2399151 (+39)

lunedì 9 novembre 2015

Radio Il Discobolo ricorda Vittorio De Sica

"Speciale Wikiradio" questa settimana omaggia Vittorio De Sica a 41  dalla morte, avvenuta il 13 novembre 1974.

La trasmissione andrà in onda:
Martedì 10 alle 14:30
Giovedì 12 alle 18
Venerdì 13 alle 21
Sabato 14 alle 10

Vittorio De Sica



Nato e cresciuto in una famiglia di umili origini, De Sica è, assieme a Roberto Rossellini, il caposcuola della corrente del Neorealismo
Nella sua lunga carriera (iniziata nel 1926 e terminata pochi mesi prima di morire, nel 1974), è stato attore e regista e ha vinto per ben quattro volte il Premio Oscar
1948 Sciuscà
1950 Ladri di biciclette
1965 Ieri, oggi, domani
1972 Il giardino dei Finzi-Contini


La porta del cielo (quando De Sica salvò gli ebrei)
La porta del cielo è un film praticamente sparito, di cui restano pochissime copie, e che il figlio Christian vorrebbe nuovamente girare. Era il 1944 e il grande regista doveva girare questo film, interpretato dalla moglie Maria Mercader, sul viaggio di un gruppo di pellegrini verso il Santuario di Loreto. Il santuario fu ricostruito nella Basilica di San Paolo a Roma, dove De Sica fece entrare diverse famiglie ebree destinate a essere deportate, scritturandole sotto falso nome come comparse e chiamò anche tecnici che non volevano andare nella Repubblica di Salò. Nel corso delle riprese del film che durarono 6 mesi, arrivò in visita l'allora cardinale Montini; gli vennero presentate alcune comparse (che dovevano essere 40 e alla fine furono ben 300). Una di loro, Ester Piperno, si presentò col suo vero nome: il Cardinale capì e gli disse: "Andate avanti, ma fate attenzione". 

De Sica fece terminare le riprese quando arrivarono gli Americani e poté aprire le porte della Chiesa e far uscire le 300 persone. 






2 commenti:

  1. Magnifica questa storia sul film diel grande De Sica "La porta del cielo".
    Se il figlio Cristian rigirasse il film sarebbe una cosa stupenda: uno splendido omaggio alla grandezza artistica e umana del padre e ala generosa Italia che merita.

    RispondiElimina
  2. Christian De Sica raccontava questa storia nel corso del suo musical, a teatro, "Cinecittà", lo scorso anno. Notizie più recenti non ne ho, ma credo anch'io che sarebbe una cosa stupenda.
    Claudia.

    RispondiElimina