Prato Film Festival, serata dedicata ai cortometraggi


PRATO- Il Prato Film Festival entra nel vivo, con una serata dedicata ai cortometraggi in gara nella Selezione Ufficiale. La terza giornata della manifestazione ideata dal Direttore Artistico Romeo Conte, quella del 6 agosto, vede infatti in programmazione all’arena estiva cinematografica del Castello dell’Imperatore ben tredici cortometraggi; a seguire, le premiazioni dei vincitori.

Il momento più emozionante della serata sarà quello dell’assegnazione del premio PFF - Lions Club Prato Datini a Christian Giagnoni, atleta disabile e protagonista di Oltre la ragione; il corto, diretto da Matteo Bresci, racconta come il quarantacinquenne montemurlese, dopo un grave incidente che lo ha paralizzato agli arti inferiori, sia riuscito a trovare la forza di ripartire diventando il vincitore del Giro d’Italia per handbike nella categoria MH4, pronto per la sfida delle Olimpiadi di Tokyo.

Altri premiati della serata saranno Vito Palmieri, regista di Il mondiale in piazza, come Miglior Corto nella “Sezione Diritti Umani”, e Adriano Morelli, regista di Hand in the cap, per la Miglior Regia nella “Sezione Diritti Umani”.

I cortometraggi vincitori sono stati giudicati dagli studenti del Convitto Nazionale Statale Cicognini e del Liceo Scientifico Niccolò Copernico, capitanati dai rispettivi Presidenti di Giuria: per la sezione Corti Legalità il regista produttore Claudio Bonivento, per i “Corti Commedia” e i “Corti Italia” il regista Alessandro Pondi, per la sezione “Ambiente” il presidente CNA Toscana Centro Claudio Bettazzi, per i “Diritti Umani”, Alessandra Alleruzzo, presidente dell’associazione Arte nel cuore, e per la Sezione “Mondo Corto” Duccio Burberi, direttore della fotografia.

E quella tra il Cicognini e il Prato Film Festival è una relazione destinata a continuare, come dichiara Romeo Conte: «Il Convitto, grazie anche all’impegno della Dirigente Scolastica Giovanna Nunziata, è sempre stata la nostra sede di elezione, e l’anno prossimo, dopo la parentesi estiva dovuta all’emergenza Coronavirus, torneremo con il Festival in questa preziosa cornice, vanto della città di Prato. Perché il Prato Film Festival è una manifestazione fatta dai giovani e per i giovani: vogliamo trasmettere anche alle future generazioni l’amore per il Cinema e per la Bellezza».

Altro momento importante della terza serata del Festival sarà quello della proiezione di Ripartenza, video collettivo prodotto da Dado Produzioni ambientato nella fase post lockdown, incentrato sulla ripresa del mondo dello spettacolo e in cui i cinque registi (Nello Ferrara, Matteo Querci, Tommaso Santi, Simona De Simone Romeo Conte), hanno raccontato come la pittura, la musica, il cinema, la danza e il teatro si sono rialzati dopo questo momento difficile.

Da ricordare poi che nella serata del 6 agosto alle ore 19 è previsto un convegno regionale sul cinema: l’incontro è coordinato dalla Direttrice della CNA Toscana Centro Cinzia Grassi e dal portavoce cinema e audiovisivo di CNA Toscana Centro Emanuele Nespeca, con la partecipazione del produttore Claudio Bonivento, del docente di economia culturale Massimo Paganelli, del giornalista Giovanni Bogani e dell’Assessore alla Cultura di Prato Simone Mangani; l’obiettivo è quello di favorire la reciproca conoscenza tra le imprese del territorio che operano nella filiera del Cinema, e di facilitare future relazioni commerciali.

Commenti

Post popolari in questo blog

Al cinema con WikiRadio Oggi: Clint Eastwood e Buster Keaton

Dediche e richieste: cara radio...

Napule è... 'nu sole amaro... Il 4 gennaio 2015 moriva Pino Daniele