Post

Visualizzazione dei post da aprile 24, 2018

Voci della Resistenza: Vega Gori, "Ivana".

Immagine
"Ivana racconta la sua Resistenza" racconta la sua Resistenza è un libro scritto da Vega "Ivana" Gori e Maria Cristina Mirabello (madre e figlia), uscito nel 2013 per le Edizioni Giacché. 
Vega Gori (il nome deriva dalla stella), “Ivana” nella lotta partigiana (perché il nome mi piaceva, dice la signora Gori) entra nella Resistenza spezzina a 17 anni, perché era il momento di decidere da quale parte stare e lei aveva deciso di rischiare in prima persona per combattere il regime fascista. Era una brava dattilografa, sapeva andare in bici e fu “arruolata” per diffondere la stampa clandestina. 
Ogni giorno passava con la sua bici (da uomo) davanti al Palazzo della Prefettura fascista; lei carica di stampa clandestina, i due piantoni fascisti che si limitavano a fischiarle dietro, fino a che, per provocazione, decise di tingersi di rosso la camicetta. Ma niente, non successe nulla. I due giovanotti si limitarono a continuare a fischiarle dietro.
Tanto coraggio, un po’ …

Faenza, la Bandabardò festeggia i 25 anni.

Immagine
E' nata oggi ufficialmente a Faenza l'Associazione dei Familiari della Battaglia di Liberazione di Purocielo e Cà di Malanca con la Bandabardò che ha fatto da testimonial alla Libreria Moby Dick per la nascita di questa neonata realtà.

Tale neonata associazione, che nasce sulla spinta di numerose realtà familiari, principalmente quelle presenti a Cà di Malanca , oggi Museo della Resistenza di grande rilevanza, quali le Famiglie Tozzi , Sangiorgi e Visani, e tante altre, vuole proseguire in un periodo significativo come questo nella valorizzazione del ruolo delle Famiglie nella Lotta di Liberazione dal Nazifascismo portando il suo contributo di idee e proposte tenendo viva la memoria di tali Famiglie - oltre 50 quelle invitate, avvisate e coinvolte in tale progetto - e delle Famiglie che in tutta Italia hanno fornito un appoggio logistico e strategico fondamentale ai Partigiani per la Liberazione dell’Italia dalla Dittatura verso la Democrazia.

Oggi, riunitisi per ricordare la…

Gatta Cenerentola, nella colonna sonora il brano "Napule", di Federico Odling e Roberto del Gaudio

Immagine
Prosegue il successo di “Gatta Cenerentola”, lo straordinario lungometraggio di animazione di Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri e Dario Sansone, che fa rivivere l’antica fiaba di Giambattista Basile in una Napoli futuristica e visionaria. Dopo la presentazione alla 74ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, il film ha continuato a raccogliere consensi di pubblico e critica, fino al successo dei David di Donatello 2018, dove si è presentato con sei nomination venendo infine premiato per la Migliore Produzione e per i Migliori Effetti Digitali.

Nella colonna sonora di “Gatta Cenerentola” è presente anche il brano Napule, scritto e composto da Federico Odling e Roberto del Gaudio, interpretato dai Virtuosi di San Martino insieme a Massimiliano Gallo.


Attivi fin dal 1994, i Virtuosi di San Martino hanno creato la loro formula artistica a cavallo tra teatro e musica, unendo le sonorità e le forme provenienti dal mondo classico e tradizionale a veri e propr…