Post

Visualizzazione dei post da ottobre 3, 2017

“Colpevole Di Essere Nata”: Una Ragazzina Nell’inferno Di Auschwitz

Immagine
Colpevoli di essere nati“: così Liliana Segre, ragazzina ebrea nata a Milano, deportata ad Auschwitz nel 1943, descrive i suoi compagni di sventura. “Colpevoli di essere nati”, di essere ebrei e per questo allontanati dalle famiglie, picchiati e torturati, costretti a lavorare in mezzo alla neve, marchiati e infine uccisi. Solo per essere nati ebrei. La vita di Liliana, orfana di madre dall’età di un anno e cresciuta con il padre e i nonni, cambia nel 1938, quando le leggi razziali le impediscono di continuare a frequentare la scuola in cui andava. Poi vennero i tentativi di scappare, l’arresto, il lungo viaggio in treno e, infine, un lunghissimo anno ad Auschwitz.
Ero il numero 75.190“: spogliata degli abiti e del nome, Liliana si adatta alla sua nuova vita nel lager, identificandosi in una stella, per evitare di pensare a dov’era e a quello che subiva.
Liliana è sopravvissuta, è tornata a Milano, ha frequentato la scuola, si è sposata, ha avuto tre figli e tre nipoti. E, per anni…