Il nostro sito

Il nostro sito
Per info o richieste musicali 380 2399151 (+39)

domenica 12 giugno 2016

Accadde Oggi: nel 1929 nasce Anna Frank

Il 12 giugno 1929 nasceva Anna Frank. 
Annelies Marie Frank nasce a Francoforte sul Meno: la sua famiglia è ebrea e così, a causa delle leggi razziali, i Frank si trasferiscono ad Amsterdam. All'inizio, nonostante i divieti per gli ebrei, la vita della piccola e della sorella Margot trascorre tutto sommato tranquilla, in compagnia degli amici e dei primi corteggiatori. 
Tutto cambiò nell'estate del 1942, poco dopo il compleanno di Anna. Margot ricevette una chiamata per essere deportata in un campo di lavoro, così l'intera famiglia fu costretta a nascondersi nel retrobottega della ditta dove lavorava il capofamiglia, Otto. 
I Frank avevano programmato di nascondersi da tempo, ma l'imprevisto fece accelerare i tempi: il rifugio, così, non era del tutto pronto, ma l'importante era nascondersi e quello sembrava un luogo davvero sicuro. 
E lo sarebbe stato se, come al solito, non ci avesse messo lo zampino la cattiveria umana.



Inizia così la vicenda che, a distanza di oltre 70 anni, commuove ancora il mondo: la prigionia, raccontata dall'adolescente Anna nel suo famoso "Diario", un quaderno, regalatole per il suo ultimo compleanno in libertà, sul quale annotava tutto ciò che succedeva nel rifugio, le sue sensazioni, le notizie dalla guerra, le paure e i turbamenti di una ragazza che sta crescendo. 
Anna, la sua famiglia, la famiglia Van Pels (che nel diario diventa Van Daan) e il dentista Frizt Pfeffer (Albert Dussel) vissero nell'alloggio segreto dividendo spazi e cibo, litigando, soffrendo e sperando assieme, sognando la vita che vivevano fuori e immaginando il loro futuro.
Futuro che, per quasi tutti loro, sarà la morte in campo di concentramento.
Il 4 agosto 1944 la Gestapo fece irruzione nell'alloggio e ne arrestò tutti gli occupanti, traditi da una persona non identificata, probabilmente per soldi. 

Famiglia Van Pels
Il padre muore nel settembre (il 6 o l'8) 1944 ad Auschwitz.
La madre muore il 9 aprile 1945 a Raguhn, lager esterno del campo di concentramento di Buchenwald.
Il figlio, Peter, muore il 5 maggio 1945 a Mauthausen.


Il dentista
Muore il 20 dicembre 1944 a Neuengamme.

Famiglia Frank
Edith, la madre di Anna, morì nel gennaio 1945 a Birkenau.
Anna e Margot muoiono ai primi di marzo 1945 a Beger-Belsen, uccise dal tifo.
Otto, il padre di Anna, muore il 19 agosto 1980 a Basilea. 

Otto Frank sopravvisse al campo di concentramento e tornò ad Amsterdam: fu lui a voler pubblicare il diario di Anna. Le prime edizioni uscirono prive di alcune parti, che, per volere di Otto, furono pubblicate solo dopo la sua morte.  
Oggi l'alloggio segreto, nel centro di Amsterdam, è un museo; alle pareti ci sono ancora le foto delle dive del cinema, la passione della giovane Anna. 
La casa di Anna Frank è uno spazio angusto, stretto, in cui ci si muove a fatica e che fa rivivere ai visitatori il dolore e la sofferenza dei rifugiati. 

L'unico filmato esistente in cui si vede Anna Frank

Il Diario di Anna Frank è uno dei libri più amati e più letti, splendida quanto involontaria testimonianza della cattiveria umana e della stupidità della guerra. 


(Claudia Bertanza)




Nessun commento:

Posta un commento