Post

Visualizzazione dei post da marzo 1, 2019

Premio Amnesty, i dieci brani in lizza per la miglior canzone sui diritti umani

Immagine
Carmen Consoli con “Uomini topo”, Ghali con “Cara Italia”, Patrizia Laquidara con “Il cigno (the great Woman)”, Ermal Meta e Fabrizio Moro con “Non mi avete fatto niente”, Francesca Michielin con“Bolivia”, Roy Paci & Aretuska feat. Willie Peyote con “Salvagente”, i Punkreas con “U-soli”, i Radiodervish con “Nuovi schiavi”, Salmo con “90 min”, i Subsonica con “Punto critico”.
Sono questi i dieci brani in lizza per il Premio Amnesty International Italia, sezione Big, l’importante riconoscimento riservato a brani pubblicati da artisti italiani affermati nell'anno precedente che tocchino tematiche sui diritti umani.
Il riconoscimento, nato nel 2003 nell’ambito del festival ‘Voci per la Libertà – Una canzone per Amnesty’, viene assegnato da una giuria di giornalisti, conduttori radiofonici e televisivi, studiosi, rappresentanti di festival, referenti di Amnesty e di Voci per la Libertà. Nella prima fase, le dieci canzoni finaliste sono invece state scelte da Amnesty e Voci per la l…

"Il nome della rosa" diventa una serie TV

Immagine
"Il nome della rosa", romanzo storico scritto da Umberto Eco nel 1980,  diventa una serie TV in otto puntate, trasmesse da Rai 1 a partire da lunedì 4 marzo. La serie esce anche negli Stati Uniti e in Canada.
La regia è di Giacomo Battiato e, al posto di Sean Connery e Christian Slater troviamo, nei panni rispettivamente di Guglielmo da Baskerville e Adso, John Turturro e Damian Hardung



Luoghi delle riprese. La serie è stata girata in Italia e in modo particolare in Abruzzo: alle gole di Fara San Martino, a Roccamorice, all'Eremo di Santo Spirito e al castello di Roccascalegna. Altri panorami sono stati girati a Perugia, mentre chiese e chiostri sono stati ricostruiti negli studi di Cinecittà a Roma. Altre scene sono state girate nel parco naturalistico archeologico di Vulci, nel territorio di Montalto di Castro.