lunedì 4 febbraio 2019

Sotto a chi legge: "Adua", di Igiaba Scego




Adua è oggi una donna matura e vive a Roma da quando ha diciotto anni. È una vecchia Lira, così i nuovi immigrati chiamano le donne giunte nel nostro paese durante la prima ondata di immigrazione negli anni settanta. Ha da poco sposato un giovane Titanic, un immigrato sbarcato a Lampedusa, e medita di tornare in Somalia dopo la fine della guerra civile. Ormai sola (la sua amica Lul è già rientrata in patria e il giovane marito è interessato più a Facebook che a lei), Adua si confida con la statua dell'elefante che sorregge l'obelisco in piazza Santa Maria sopra Minerva. Piano piano gli racconta la sua storia: suo padre Zoppe, ultimo discendente di una famiglia di indovini, lavorava come interprete durante il regime e negli anni trenta baratterà involontariamente la sua libertà con la libertà del suo popolo. Adua, fuggita dai rigori paterni e dalla dittatura comunista, approda a Roma inseguendo il miraggio del cinema. Purtroppo l'unico film da lei interpretato, un porno soft dal titolo "Femina somala", sarà fonte solo di umiliazione e vergogna. Solo adesso Adua sente di essere pronta a riprendere in mano la sua vita.


"Adua", di Igiaba Scego, è il romanzo recensito nella puntata di questa settimana di "Sotto a chi legge", in onda:

- martedì alle 9:30
- mercoledì alle 20

Luca Morelli, Online il video di "Endless Sunset"




È uscito venerdì 1 febbraio, il video di “Endless Sunset”, il terzo brano estratto da “The Awakening” l’album di esordio del pianista e compositore Luca Morelli (Ala Bianca-distr. Warner).

Nel video di “Endless Sunset”, per regia di Roberto Prosdocimo, Luca Morelli ripercorre a ritroso la sua quotidianità, sfiorandone i dettagli dall’alba al tramonto. La sua musica si sofferma come d’incanto a voler quasi fermare il tempo, per poter ammirare e vivere fino in fondo il tramonto e l’insieme delle emozioni che con esso filtrano attraverso la luce.

«Ho pensato al tramonto, all’istante in cui il sole raggiunge l’orizzonte per svanire rapidamente, ho pensato al fatto che vorremmo che il sole in quel momento si fermasse, così grande, così lucente e dai colori misti – racconta Luca Morelli - Ma proprio la consapevolezza che scomparirà in pochi istanti ci fa rimanere ad ammirarlo. La luce del sole è di per se accecante e paradossalmente nel momento in cui lentamente si dissolve dietro l’orizzonte avvertiamo una sensazione di lieve liberazione».

“The Awakening”, registrato al Noise Factory Studio di Milano, è un disco composto da 11 brani in piano- solo in cui l’autore compie un viaggio immaginario alla ricerca del proprio mondo interiore. Un complesso lavoro introspettivo che raccoglie composizioni che esprimono ed elogiano il valore che ha il guardarsi dentro al fine di comprendere al meglio chi siamo e dove siamo diretti lungo il nostro percorso (“The awakening”, “Endless sunset”, “Come back the truth”) e altre che rappresentano delle dediche dell’autore a persone a lui care (“Rossana”, “One year ago”, “If you leave here”). Il disco comprende anche un brano che racconta l’incontro con il Maestro Ennio Morricone, un dietro le quinte in occasione di un suo concerto a Parma (“Behind the scenes”).

Luca Morelli è compositore, pianista e performer originario di Carpi. Dopo gli studi presso il Conservatorio, Morelli ha completato il suo percorso formativo specializzandosi in composizione di musiche per il cinema, il teatro e la pubblicità. Ha scritto, tra le altre, la colonna sonora per il cortometraggio “Bashir”, prodotto da Emergency e diretto da Giorgio Piola, e il tema per il cortometraggio “Cosa farò da grande”, regia Laura Chiossone, prodotto da Despar/Europa. Da oltre dieci anni collabora con alcune delle maggiori agenzie pubblicitarie (tra cui Havas, Ogilvy, Testa) e case di produzione cinematografica (Indiana, Mercurio) creando musiche per spot pubblicitari di importanti brand, quali Danone, Intesa San Paolo, Nespresso, Reckitt Benckiser. Per il teatro ha composto musiche originali per gli spettacoli del regista Luca Biagiotti, come “Il birraio di Preston” su testo di Andrea Camilleri, “Sogni d’oro”, “La favola vera di Adriano Olivetti” e “Quando sarò un uomo” su testo di Roberto Scarpa. Nel corso della sua carriera Luca Morelli è riuscito a farsi conoscere e apprezzare da un numero sempre crescente di persone e a costruire una consistente fan base attraverso i suoi canali social condividendo le sue performance online. Quest’anno il compositore ha pubblicato il suo primo album di piano-solo, prodotto da Ala Bianca e distribuito da Warner Music italia, dal titolo: “The Awakening”. Attualmente Luca sta partecipando a vari eventi in tutta Italia per presentare il suo nuovo album.



"Fanfara Station" dalla Tunisia al Premio Parodi

È la Fanfara Station (formata da musicisti provenienti da Tunisia, Italia e USA) con il brano “ Rahil ”, in lingua tunisina, a vince...