mercoledì 16 dicembre 2020

16 dicembre: Natale, tempo di regali.

 


Natale è, si sa, periodo di regali. 

Ogni anno ci scervelliamo: libro o pelouche? Profumo o cravatta? Regalo utile o l'ennesima cianfrusaglia che inevitabilmente prenderà polvere sui cassettoni?

Ma perché a Natale ci scambiamo regali? 

Nel 300 d.C. troviamo il primo Santa Claus: Nicola, vescovo di Myra (Impero Bizantino) che era solito fare doni ai più poveri nel periodo natalizio. Da lui derivano tutte le versioni moderne del Babbo Natale. 
Il gesto di scambiarsi doni si rifà, ovviamente, ai doni che i Re Magi portarono a Gesù Bambino. Lo scambio dei doni porta gioia, soprattutto ai bambini (e infatti per i più piccoli non devono mai mancare). La nascita di questa tradizione ha chiaramente un'origine religiosa, anche se la giorno d'oggi è un gesto più "pagano", con una spinta più consumistica. 

Vista in modo più romantico, è un modo per dire all'altra persona che è nei nostri pensieri. 




Al via il bando del "Premio Andrea Parodi", 14° edizione

È online il bando di concorso della 14 a  edizione del Premio Andrea Parodi , l’unico contest europeo riservato alla world music. Le finali ...