sabato 30 settembre 2023

Premio Bianca d’Aponte: a Mauro Pagani il Premio della Città di Aversa

 



Andrà a Mauro Pagani il premio alla carriera della Città di Aversa, consegnato negli scorsi anni scorsi a Nuova Compagnia di Canto Popolare, Peppino di Capri e Paola Pitagora. Il riconoscimento viene assegnato nell’ambito del Premio Bianca d’Aponte, il contest per cantautrici giunto alla 19a edizione, in programma al teatro Cimarosa di Aversa il 27 e 28 ottobre 2023 con la direzione artistica di Ferruccio Spinetti.

Oltre a Pagani, saliranno sul palco in veste di ospiti Cristiano Godano, Flo, Moa (la vincitrice dello scorso anno, che aprirà come tradizione le due serate) e vari altri artisti di primo piano del panorama musicale italiano, che saranno annunciati prossimamente.

Già nota invece la madrina di questa edizione: si tratta di Nina Zilli, a cui spetterà il compito di cantare un brano di Bianca d’Aponte, la cantautrice a cui è dedicato il Premio, e di presiedere la giuria del concorso.

A confrontarsi saranno una serie di nuove proposte della canzone d’autrice italiana, ovvero: Ilaria Argiolas (Roma), Arianna Battilana dei Mockingjay (Varese), Irene Buselli (Genova), Cristina Cafiero (Napoli), Veronica Di Nocera (Caserta), Francesca Giannizzari (Potenza), Chiara Ianniciello (Salerno), Alessandra Nazzaro (Napoli), Santanna (L’Aquila).

Una band residente, coordinata e diretta da Alessandro Crescenzo, accompagnerà alcune concorrenti e alcuni ospiti.

Il Premio Bianca d’Aponte è organizzato dall’Associazione Bianca d’Aponte, in collaborazione con Rete Doc, ed è sostenuto anche da SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori e NuovoImaie.

La conduzione delle due serate è affidata a Carlotta Scarlatto e Ottavio Nieddu.



Le finaliste sono state selezionate, in un mese e mezzo di lavoro, dal Comitato di Garanzia del Premio, formato da decine di produttori, discografici, manager, cantanti, autori, musicisti, giornalisti tra i più accreditati del mondo musicale italiano. Molti dei componenti del Comitato faranno parte anche delle due giurie, quella generale e quella della critica, che assegneranno i premi nelle serate finali.

Alla vincitrice del premio assoluto andrà una borsa di studio di € 1.000, a quella del Premio della critica “Fausto Mesolella” (in omaggio allo storico direttore artistico della manifestazione) una di € 800. La giuria generale assegnerà inoltre delle targhe al miglior testo (da quest’anno dedicata a Oscar Avogadro), alla migliore musica e alla migliore interpretazione. Sono poi previsti, come ogni anno, diversi altri premi e bonus proposti da singoli membri della giuria o da enti e associazioni vicine al d’Aponte, ad esempio concerti, partecipazioni ad altri festival, produzione e pubblicazione di brani, realizzazione di video, assistenza legale e manageriale, collaborazioni artistiche. Fra i vari bonus, una novità è la possibilità per la vincitrice di partecipare come ospite all’edizione del 2024 di Music for Change, realizzata da Musica contro le Mafie, mentre, come lo scorso anno, la vincitrice del Premio della Critica sarà ospite del Premio Nilla Pizzi.

Intanto il NuovoImaie ha confermato il contributo economico (grazie ai fondi dell’art.7 L. 93/92) finalizzato a realizzare un tour di sei concerti per la vincitrice dell’edizione 2022.

Partner del festival sono: Emergency, M.A.U., SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori, NuovoImaie, Doclive, Rete Doc, Premio Andrea Parodi, Suoni dall’Italia, “Pem! Festival - Parole e musica in Monferrato”, L’isola che non c’era, Blogfoolk, Istituto italiano di cultura di Madrid, Officina Pasolini (laboratorio creativo di alta formazione e HUB culturale della Regione Lazio), Maieutica Dischi, Siedas, Premio Virginia Musto, Virus Studio, Soundinside, Premio Nilla Pizzi.

lunedì 18 settembre 2023

Torna il "Forum del Giornalismo Musicale", ecco il programma

 




Sta prendendo forma l’ottavo "Forum del giornalismo musicale", previsto il 7 e 8 ottobre a Faenza, come sempre nell’ambito del Mei. Un evento che vedrà alternarsi nelle due giornate appuntamenti di varia natura. Il Forum, ideato da Giordano Sangiorgi e diretto da Enrico Deregibus, riunisce giornalisti e critici musicali di diversa provenienza ed età, che una volta all’anno si ritrovano per confrontarsi fra loro e con altre figure del mondo musicale.

L’appuntamento è nella Sala del consiglio comunale, con ingresso libero.


Prima giornata (sabato 7 ottobre).

Ore 15 Assemblea dell’AGIMP (Associazione dei Giornalisti e critici Italiani di Musica legata ai linguaggi Popolari);

Ore 16.15 “La radio racconta ancora la musica?”. Incontro con Carlo Pahler, presidente di Raduni (Associazione Operatori Radiofonici Universitari italiani), e Noemi Serracini, autrice e conduttrice Rai Radio2.

Ore 17 Presentazione del volume “Musica di carta - 50 anni di riviste musicali in Italia” di Maurizio Inchingoli (Arcana), con l’autore e con Federico Guglielmi;

Ore 17.30 Assegnazione Premio Michele Manzotti, riservato a giornalisti o critici musicali e creato in omaggio al giornalista della Nazione scomparso prematuramente nel 2022 e presente al Forum sin dalla prima edizione. Il premio lo scorso anno era andato a Federico Savini.

Ore 17.45 Consegna “Targa Mei Musicletter”, riconoscimento per l'informazione musicale sul web ideato e cura da Luca D'Ambrosio con la collaborazione di Giordano Sangiorgi. I premiati: All Music Italia (“Miglior sito web”), “Diario di un prete” di Don Massimo Granieri (“Miglior blog personale”) e Rocket Girls di Laura Gramuglia (Premio speciale “Miglior podcast di musica”).

Ore 18.30 Convegno su “Giornalismo musicale, quali frontiere per la formazione?”, a cura dell’Agimp. Con Silvestro Ramunno (presidente dell'Odg Emilia-Romagna) e Vincenzo Cimino (presidente dell'Odg Molise).

Seconda giornata, domenica 8 ottobre


9.30 alle 13.30 ci sarà invece spazio per un seminario su ““Donne e musica. L’universo femminile nelle canzoni e nell’industria musicale tra difficoltà, stereotipi e affermazione”. Interverranno:

Serena Bersani su “Commenti stonati: l'hate speech contro le cantanti”;

Roberta Balzotti su “Stereotipi di genere nelle canzoni e nel racconto giornalistico”; Laura Gramuglia su “Disparità di genere nel music business”,

Susanna La Polla su “Donnacirco: storia di un album”.

Si tratta di un corso accreditato come “formazione professionale continua” per gli iscritti all’ordine dei giornalisti (che dovranno iscriversi su www.formazionegiornalisti.it ), ma aperto anche ai non iscritti in qualità di uditori. L’iniziativa è in collaborazione con Il Piccolo, edizione faentina del settimanale Corriere Cesenate, con Associazione Giulia Giornaliste e con Associazione Rumore di fondo.


Nei primi sette anni del Forum si sono svolte numerose iniziative: tavoli di lavoro, assemblee, lezioni, presentazioni, corsi di aggiornamento, incontri con figure professionali. Sono stati coinvolti sino ad oggi circa 500 giornalisti, da quelli delle grandi testate a quelli delle webzine, sino alle radio e tv.

Premio Bianca d'Aponte, la madrina sarà Nina Zilli






AVERSA- Sarà Nina Zilli la madrina del 19° “Premio Bianca d'Aponte”, il contest riservato a cantautrici diventato ormai un punto fermo nel panorama musicale italiano.

A lei spetterà il compito di presiedere la giuria di questa nuova edizione, prevista al teatro Cimarosa di Aversa il 27 e 28 ottobre 2023, e di cantare un brano di Bianca d’Aponte, la cantautrice a cui è dedicato il Premio.

Nina Zilli, tra le voci più belle del panorama musicale italiano, è cantautrice, scrittrice e donna di spettacolo a tutto tondo. Ha partecipato con successo al Festival di Sanremo con i brani “L’uomo che amava le donne” (2010), “Per sempre” (2012), “Sola” (2015) e “Senza appartenere” (2018) ma anche per duettare con La Crus e Diodato.

Prima di lei si sono succedute nel ruolo di madrina Arisa, Rachele Bastreghi (Baustelle), Rossana Casale, Chiara Civello, Ginevra di Marco, Grazia Di Michele, Cristina Donà, Irene Grandi, Elena Ledda, Petra Magoni, Andrea Mirò, Simona Molinari, Nada, Mariella Nava, Brunella Selo, Tosca, Paola Turci, Fausta Vetere.


Il Premio Bianca d’Aponte è organizzato dall’Associazione Bianca d’Aponte con la direzione artistica di Ferruccio Spinetti ed è sostenuto anche da SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori e NuovoImaie.

La manifestazione vedrà sul palco anche vari ospiti di prestigio, che saranno annunciati prossimamente, mentre le finaliste di quest’anno sono Ilaria Argiolas (Roma), Arianna Battilana dei Mockingjay (Varese), Irene Buselli (Genova), Cristina Cafiero (Napoli), Veronica Di Nocera (Caserta), Francesca Giannizzari (Potenza), Chiara Ianniciello (Salerno), Ophelia Lia (Biella), Alessandra Nazzaro (Napoli), Santanna (L’Aquila).

Sono state selezionate, in un mese e mezzo di lavoro, dal Comitato di Garanzia del Premio, formato da decine di produttori, discografici, manager, cantanti, autori, musicisti, giornalisti tra i più accreditati del mondo musicale italiano. Molti dei componenti del Comitato faranno parte anche delle due giurie, quella generale e quella della critica, che assegneranno i premi nelle serate finali.



Alla vincitrice del premio assoluto andrà una borsa di studio di € 1.000, a quella del Premio della critica “Fausto Mesolella” (in omaggio allo storico direttore artistico della manifestazione) una di € 800. La giuria generale assegnerà inoltre delle menzioni al miglior testo (da quest’anno dedicata a Oscar Avogadro), alla migliore musica e alla migliore interpretazione. Sono poi previsti, come ogni anno, diversi altri premi e bonus proposti da singoli membri della giuria o da enti e associazioni vicine al d’Aponte, come, ad esempio, concerti, partecipazioni ad altri festival, produzione e pubblicazione di brani, realizzazione di video, assistenza legale e manageriale, collaborazioni artistiche. Fra i vari bonus, una novità è la possibilità per la vincitrice di partecipare come ospite all’edizione del 2024 di Music for Change, realizzata da Musica contro le Mafie.

Intanto il NuovoImaie ha confermato il contributo economico (grazie ai fondi dell’art.7 L. 93/92) finalizzato a realizzare un tour di sei concerti per la vincitrice dell’edizione 2022 o, in mancanza dei requisiti richiesti, per una delle altre finaliste.

Per ulteriori informazioni: 336 694666 – 335 5383937; info@biancadaponte.it

venerdì 15 settembre 2023

Juke box dedicato a Franco Migliacci su Radio Il Discobolo

 


Radio Il Discobolo rende omaggio a Franco Migliacci, il grande paroliere scomparso a 92 anni.

Nato a Mantova il 28 ottobre 1930, è stato anche produttore discografico, attore, editore musicale e talent scout. Tutti lo ricordano per il suo sodalizio con Domenico Modugno; è infatti autore della famosissima "Nel blu dipinto di blu", canzone vincitrice del Festival di Sanremo del 1958. Ma la lista delle sue canzoni è davvero lunghissima, ha attraversato oltre 50 anni di musica italiana. 

Noi lo ricorderemo domani, sabato 16, alle 12:30 con un Juke Box dedicato a lui. 

www.ildiscobolo.net

http://178.32.137.180:8555/stream





domenica 10 settembre 2023

Su Radio Il Discobolo arriva la rassegna Zazzarazzaz

 

(Foto Walter Nobile, fonte: Facebook)


Arrivano su Radio Il Discobolo le due serate di Zazzarazzaz, che si sono svolte a Sanremo, sotto la direzione di Freddy Colt, con grande successo, a metà agosto. 

La rassegna della canzone jazzata è giunta all'edizione numero 24 e quest'anno era dedicata al Maestro Enzo Ceragioli alla presenza della figlia Lorenza.

Potete trovare un resoconto delle serate al seguente link: www.sanremonews.it.

Potete ascoltare le serate:

- mercoledì 13 alle 14:30 e venerdì 15 alle 18 la prima parte della prima serata

- giovedì 14 alle 14:30  e sabato 16 alle 18 la seconda parte della prima serata

- mercoledì 20 alle 14:30 e venerdì 22 alle 18 la prima parte della seconda serata

- giovedì 21 alle 14:30 e sabato 23 alle 18 la seconda parte della seconda serata

www.ildiscobolo.net

http://178.32.137.180:8555/stream

Adelmo Togliani ospite di Giacomo Schivo a "Confidenziale".

  Sarà Adelmo Togliani , figlio dell'indimenticato Achille, l'ospite della settimana di "Confidenziale", il programmo ide...