domenica 30 dicembre 2018

Tra note e parole: Lucia Mannucci



La trasmissione "Tra note e parole" di questa settimana è dedicata a Lucia Mannucci. 

Nata a Bologna nel 1920, diventa famosa negli anni Quaranta, grazie alla collaborazione con l'orchestra di Cinico Angelini e la sua carriera prosegue fino agli anni 2000. Muore nel 2012.

La trasmissione va in onda:

- lunedì alle 20
- sabato alle 9:30



I concertini di Natale su Radio Il Discobolo


Continua su Radio Il Discobolo la programmazione dei concertini natalizi dello "Swing Corner of Christmas". 

Questa la programmazione della settimana:

Secondo concertino (da Luttazzi a Neffa)
- domenica 30 alle 18

- lunedì 31 alle 10

Terzo concertino (Swing Manouche)
- martedì 1 alle 14:30
- mercoledì 2 alle 10
- giovedì 3 alle 18
- venerdì 4 alle 21

Quarto concertino (Dixie G. Lombardi)
- sabato 5 alle 14:30
- domenica 6 alle 10
- lunedì 7 alle 18
- martedì 8 alle 21

La trasmissione dei concertini nasce grazie a una collaborazione tra Laura Rossi e Freddy Colt, con il supporto tecnico di Walter Martinelli

www.ildiscobolo.net
http://178.32.137.180:8555/stream

venerdì 28 dicembre 2018

Tra note e parole: ricordiamo Michelino



Michelino, nome d'arte di Michele Gramazio (1937-2010), cantante e batterista, attivo con il complesso di cui è stato capo orchestra (la quasi totalità dei suoi dischi sono stati pubblicati con la denominazione Michelino & il suo complesso) è entrato nella storia della musica leggera italiana grazie al Cha cha cha della segretaria, successo del 1960.

Ascolteremo i successi di Michelino nella trasmissione "Tra note e parole" in onda sabato 29 alle 9:30



domenica 23 dicembre 2018

Natale con Radio Il Discobolo: i programmi


Per la settimana di Natale Radio Il Discobolo ha apportato alcuni cambiamenti al palinsesto. 
Vediamo assieme quali sono i programmi dedicati al Natale.


Racconti al microfono
- Canto di Natale di Claudia Bertanza lunedì alle 9:30 e martedì alle 20
- Racconto di Natale di Dino Buzzati martedì alle 9:30 e mercoledì alle 20


La prosa
- Natale in casa Cupiello: lunedì e martedì alle 21 (1959)

Wikiradio
- Il canto di Natale: lunedì alle 23:30
- Natale in casa Cupiello: martedì alle 8

Tra note e parole
La storia di White Christmas: lunedì alle 20 



www.ildiscobolo.net
http://178.32.137.180:8555/stream

Lo Swing Corner of Christmas su Radio Il Discobolo


Dopo le repliche delle edizioni degli scorsi anni, su Radio Il Discobolo arriva, grazie alla collaborazione tra Freddy Colt e Laura Rossi,  l'edizione 2018 di "Swing corner of Christmas" per tutti quelli che non abitano a Sanremo e che non possono godersi lo spettacolo dal vivo. 

Il programma.

Primo concertino, Musica dal mondo: lunedì 24 alle 14:30; martedì 25 alle 10; mercoledì 26 alle 21; giovedì 27 alle 18.

Secondo concertino, Da Luttazzi a Neffa: venerdì 28 alle 21; sabato 29 alle 14:30.

mercoledì 19 dicembre 2018

Sanremo, 7° edizione dello Swing Corner of Christmas


Arriva a Sanremo la 7° edizione dello Swing Corner Of Christmas, rassegna di musica sincopata nella città della musica, con la direzione artistica di Freddy Colt. Cinque appuntamenti pomeridiani, dal 23 dicembre al 5 gennaio, che noi di Radio Il Discobolo seguiremo e manderemo in onda nei giorni successivi, come gli anni scorsi.

Il programma.

1° appuntamento, 23 dicembre alle 16 al Palafiori: i Tre Très Bon, gruppo capitanato da Caterina Battaglia, cantante e chitarrista, che proporrà personali versioni di successi internazionali, dai repertori di Edith Piaf, Nat King Cole, ma anche brani italiani di Paolo Conte o dei Matia Bazar. A completare la formazione ci saranno il chitarrista svizzero Lorenzo Herrnhut-Girola e il percussionista Belisario Fauzzi, oltre all’ospite Paolo D’Aloisio al sax.

2° appuntamento, giovedì 27, sempre alle 16, al Palafiori: il trio dei Glue’s Avenue: il vocalist Andy Arnaldi, che ricopre la carica di “Giannizzero” nel Sultanato dello Swing, proporrà, insieme al chitarrista Lorenzo Spinozzi e al bassista Roberto Bonazinga, un omaggio a Lelio Luttazzi insieme ad altri brani del proprio repertorio che spazia dallo swing-rock di Sergio Caputo, a successi di Rino Gaetano, Francesco De Gregori e Neffa.

3° appuntamento: 30 dicembre, sempre alle 16 al Palafiori, si anticipa il saluto al vecchio anno sulle note del vecchio swing manouche, ricalcando le orme del grande Django Reinhardt, con il trio genovese di Renzo Luise (altro Giannizzero dello Swing) chiamato “Gipsy Trojka” cui si unirà il violino indiavolato di Davide Laura.

4° appuntamento: 3 gennaio, sempre alle 16, ancora al Palafiori; il quartetto dei Dirty Stompers, giovani jazzisti genovesi proporranno dixieland, blues e altri traditionals con una dedica particolare: un ricordo di Giorgio Lombardi, critico e storico del jazz, instancabile organizzatore di concerti e direttore del Museo del Jazz di Genova, recentemente scomparso.

In alcuni concerti potranno intervenire ballerini swing e lindy-hop a testimoniare la natura popolare e coinvolgente di queste musiche.

5° appuntamento, gran finale, il 5 gennaio con un “matinée” al teatro dell’opera del Casinò Municipale. L’orchestra Swing Kids diretta da Freddy Colt si esibirà in uno show musicale dal titolo “I pionieri del Jazz italiano” con la partecipazione della tromba solista di Felice Reggio, noto jazzista astigiano. 

lunedì 17 dicembre 2018

Sotto a chi legge: "Come non darla... vinta" di Elena Ballerini




Potenti in avaria, avvocati del diavolo, produttori seriali, nobili decadenti, onorevoli miopi… tremate! Le ragazze che non ve la danno vinta sono arrivate! Perché nel XXI secolo Cappuccetto rosso e il lupo cattivo condividono la stessa favola, ma Cappuccetto rosso balla coi lupi!

La recensione di questa settimana di "Sotto a chi legge", curata e letta da Giacomo Schivo, è del libro "Come non darla... vinta", di Elena Ballerini, conduttrice televisiva attiva nella tv di Stato dal 2011. Artista versatile e poliedrica, ha iniziato la sua carriera fin da bambina, prendendo parte a prestigiosi concorsi letterari, divenendo autrice e interprete dei suoi stessi testi. Ha in tasca una laurea in scienze giuridiche, conseguita presso l'Università degli Studi di Genova, la sua città natale. Sostenitrice dell’autodeterminazione e della meritocrazia, si batte da sempre contro il "familismo amorale" che esercita quelle pressioni psicologiche che rendono la donna una mera "quota rosa".

La trasmissione va in onda:
- martedì alle 9:30
- mercoledì alle 20

Tra note e parole: Johnny Dorelli


Qualche volta forse ce lo dimentichiamo, ma Johnny Dorelli fu, nel Festival di Sanremo del 1958 e 1959 la seconda voce delle canzoni "Nel blu dipinto di blu" e "Piove". Pur dovendo riconoscere a Modugno la maggior parte del successo, Dorelli, giovanissimo, riuscì comunque a non farsi schiacciare dal Mimmo nazionale, conquistandosi gli ammiratori che non lo hanno mai abbandonato nella sua lunga carriera.

Ed è a lui che è dedicata la puntata settimanale di "Tra note e parole", in onda lunedì alle 20 e sabato alle 9:30 sulle frequenze di Radio Il Discobolo.





martedì 11 dicembre 2018

Sotto a chi legge: C'era una volta il 1912




Un'opera del Csc, centro sperimentale cinematografia in collaborazione col Museo del Cinema. Uno sguardo al cinema italiano del 1912 con un excursus sulla società di allora.
Questo il libro al centro della trasmissione "Sotto a chi legge"; recensione e lettura a cura di Giacomo Schivo. 

La trasmissione va in onda:

- martedì alle 9:30
- mercoledì alle 20

lunedì 10 dicembre 2018

Tra note e parole: Wilma de Angelis e Sanremo


"Tra note e parole" di questa settimana sarà dedicata a Wilma de Angelis. La cantante milanese, ascoltatrice e amica di Radio Il Discobolo, racconterà i suoi vecchi Festival di Sanremo. 

La trasmissione va in onda:

- lunedì alle 20
- sabato alle 9:30

www.ildiscobolo.net
http://178.32.137.180:8555/stream


Accadde Oggi: Premi Nobel per la letteratura a Giosuè Carducci e Grazia Deledda


Ricordiamo oggi, 10 dicembre, l'assegnazione di due importantissimi Premi Nobel per la Letteratura.

Nel 1906 il prestigioso riconoscimento venne assegnato a Giosuè Carducci.



Il poeta toscano fu il primo italiano a vincere il Premio, che non poté ritirare personalmente per motivi di salute. La motivazione fu «Non solo in riconoscimento dei suoi profondi insegnamenti e ricerche critiche, ma su tutto un tributo all'energia creativa, alla purezza dello stile e alla forza lirica che caratterizza il suo capolavoro di poetica».


Altra prima volta, tutta italiana, il 10 dicembre 1926, quando a essere premiata fu la scrittrice sarda Grazia Deledda, prima (e finora unica) italiana ad aver ricevuto il riconoscimento.


La motivazione: «per la sua potenza di scrittrice, sostenuta da un alto ideale, che ritrae in forme plastiche la vita quale è nella sua appartata isola natale e che con profondità e con calore tratta problemi di generale interesse umano».


domenica 9 dicembre 2018

Aspettando Natale... con Freddy Colt




Come ogni anno, a dicembre ritorna Swing Corner of Christmas, rassegna di concertini a cura di Freddy Colt che si svolgono nella città di Sanremo. E, come ogni anno, noi di Radio Il Discobolo li seguiremo e li trasmetteremo. 
Nel frattempo, però, vi rinfreschiamo la memoria trasmettendo quelli delle passate edizioni, dal 2015 al 2017.

Li riascolterete:

- da domenica a venerdì alle 21
- sabato alle 14:30

Jazz in lutto per la scomparsa di Carlo Loffredo



Ci ha lasciato ieri, 8 dicembre, all'età di 94 anni Carlo Loffredo.
Musicista, conduttore televisivo e radiofonico, era nato il 4 aprile 1924 a Roma, dove è morto.

Autodidatta, inizia a suonare il contrabbasso negli anni della Seconda Guerra Mondiale, con un gruppo di universitari dilettanti. Jazzista, ha suonato con Romano Mussolini.

Il 21 maggio 2016, assieme alla sua orchestra, suona al funerale laico di Marco Pannella.


mercoledì 5 dicembre 2018

Tosca sarà la madrina del 15° Premio "Bianca d'Aponte"



Sarà Tosca la nuova madrina del Premio Bianca d'Aponte, che nel 2019 arriverà all'importante traguardo della 15° edizione.

L’artista romana presiederà la giuria del Premio, l'unico in Italia riservato a cantautrici, nelle finali del 25 e 26 ottobre 2019, quando interpreterà anche un brano di Bianca d’Aponte, l’artista di Aversa scomparsa prematuramente nel 2003.

Con l’annuncio della nuova madrina, prende il via il nuovo bando del Premio. La partecipazione è come sempre gratuita, la scadenza per le iscrizioni è fissata al 27 aprile 2019. Il bando completo e la scheda di partecipazione sono disponibili su: www.premiobiancadaponte.it o www.sonounisola.it

Tosca (all’anagrafe Tiziana Tosca Donati) è cantante, attrice, ricercatrice musicale e sperimentatrice. Nel 1996 ha vinto il Festival di Sanremo assieme a Ron con il brano “Vorrei incontrarti tra cent’anni”, mentre l’anno dopo si è aggiudicata la Targa Tenco come migliore interprete con il suo album "Incontri e passaggi". Molti negli anni i progetti discografici e live che l’hanno contraddistinta, così come le collaborazioni con artisti come Lucio Dalla, Ennio Morricone, Ivano Fossati, Chico Buarque, Renato Zero, Riccardo Cocciante. Il suo più recente disco è “Appunti musicali dal mondo” del 2017. Attualmente Tosca è impegnata anche nel coordinamento della sezione canzone dell’Officina delle Arti Pier Paolo Pasolini, percorso formativo rivolto a giovani cantanti e cantautori.

A precederla, nel ruolo di madrina del d'Aponte, sono state altre protagoniste del panorama musicale italiano: Rachele Bastreghi dei Baustelle, Rossana Casale, Ginevra di Marco, Cristina Donà, Irene Grandi, Elena Ledda, Petra Magoni, Andrea Mirò, Simona Molinari, Nada, Mariella Nava, Brunella Selo, Paola Turci, Fausta Vetere. Artiste di genere ed estrazione molto diverse, così come era la musica di Bianca d'Aponte.

Le finaliste del Premio a lei dedicato (che si avvale della direzione artistica di Ferruccio Spinetti) saranno selezionate da un Comitato di garanzia del Premio, composto come sempre da cantanti, autori e compositori di notevole rilievo nonché da operatori del settore e critici musicali. Alla vincitrice del premio assoluto sarà attribuita una borsa di studio di € 1.000; per la vincitrice del Premio della critica “Fausto Mesolella” la borsa di studio sarà di € 800. Riconoscimenti della giuria andranno anche alla migliore interprete, al miglior testo ed alla migliore musica. Sono poi previsti vari altri premi assegnati da singoli membri della giuria o da enti e associazioni vicine al d’Aponte.

Nelle passate edizioni il premio assoluto è andato a Veronica Marchi e Germana Grano (ex aequo, 2005), Chiara Morucci (2006), Mama’s Gan (2007), Erica Boschiero (2008), Momo (2009), Laura Campisi (2010), Claudia Angelucci (2011), Charlotte Ferradini (2012), Federica Abbate (2013), Elisa Rossi (2014), Irene Ghiotto (2015), Sighanda (2016),Federica Morrone (2017), Francesca Incudine (2018).

Il premio della critica, dal 2017 ribattezzato “Premio Fausto Mesolella” in omaggio allo storico direttore artistico della manifestazione, è stato invece attribuito a Marilena Anzini (2005), Ivana Cecoli (2006), Giorgia Del Mese (2007), Silvia Caracristi (2008), Momo e Giorgia Del Mese (ex aequo, 2009), Paola Rossato (2010), Rebi Rivale (2011), Cassandra Raffaele e Paola Rossato (ex aequo, 2012), Rebi Rivale (2013), Elsa Martin (2014), Helena Hellwig (2015), Agnese Valle (2016), Fede ‘N’ Marlen (2017), Francesca Incudine e Irene Scarpato (2018).


Per ulteriori informazioni: 336 694666 – 335 5383937 info@biancadaponte.it o info@sonounisola.it

lunedì 3 dicembre 2018

Sotto a chi legge. "Dallo scudetto ad Auschwitz"


La puntata settimanale di "Sotto a chi legge" vede come protagonista una voce nuova per Radio Il Discobolo. Si tratta di Annalisa Serafini, collaboratrice del quotidiano online www.laspeziaoggi.it e il libro è "Dallo scudetto ad Auschwitz", di Matteo Marani.

- martedì alle 9:30
- mercoledì alle 20

www.ildiscobolo.net
http://178.32.137.180:8555/stream

“L’umorismo cosmico”: un nuovo saggio di Rocco Della Corte sullo scrittore Achille Campanile

Si intitola “ L’umorismo cosmico ” ed è l’ultimo volume di saggi dedicato allo scrittore, giornalista e drammaturgo Achille Campanile ...