martedì 31 ottobre 2023

Premio d'Aponte: vince Chiara Ianniciello, mentre a Irene Buselli va il Premio della critica




È stata Chiara Ianniciello (da Salerno) a vincere la 19a edizione del Premio Bianca d’Aponte – Città di Aversa, il contest italiano riservato a cantautrici, in programma al teatro Cimarosa di Aversa il 27 e 28 ottobre 2023. A lei anche la Targa per la migliore musica.

A Irene Buselli (da Genova) è andato invece il premio della critica “Fausto Mesolella” e la targa per il miglior testo (da quest’anno dedicata a Oscar Avogadro).


La targa alla migliore interpretazione se l’è invece aggiudicata Cristina Cafiero.




Alla vincitrice assoluta va una borsa di studio di 1.000 euro, la partecipazione come ospite alla prossima edizione del Premio, la proposta di un anno di consulenza manageriale e ufficio stampa da parte di Freecom, la possibilità di partecipare al Premio dei Premi al Mei di Faenza e, come ospite, all’edizione del 2024 di Music for Change, realizzata da Musica contro le mafie.

Per il Premio della Critica “Fausto Mesolella” è prevista invece una borsa di studio di 800 euro e la possibilità di esibirsi come ospite al Premio Nilla Pizzi.

Ci sono poi vari premi assegnati ad alcune finaliste direttamente da realtà esterne all’organizzazione o da singoli giurati. A Francesca Giannizzari va il “Premio ’Na stella” del Virus Studio, con l’incisione di un brano con la produzione artistica di Ferruccio Spinetti; a Irene Buselli un premio di Soundinside Basement Records consistente nella realizzazione di un video live in studio e a Alessandra Nazzaro quello dell’etichetta femminile “Maieutica Dischi” di Veronica Marchi (vincitrice della prima edizione del Premio) per la produzione e pubblicazione di un brano.

Inoltre a Veronica Di Nocera va una proposta per un anno di assistenza legale e manageriale da parte di Siedas e a Ilaria Argiolas quella di una possibile collaborazione artistica con l’etichetta Suoni dall’Italia di Mariella Nava.

In lizza c’erano anche Arianna Battilana dei Mockingjay e Santanna.


Il ruolo di madrina quest’anno è spettato a Nina Zilli, che nella serata di sabato ha interpretato, insieme a sue canzoni, “Lo specchio”, un brano di Bianca d'Aponte (la cantautrice a cui la manifestazione è dedicata), mentre il premio alla carriera della Città di Aversa è andato a Mauro Pagani, che ha proposto tre brani.


Importante anche il restante parterre degli ospiti.

Entrambe le serate sono state aperte da Moà, vincitrice della scorsa edizione.

Venerdì 27 sono saliti sul palco una rappresentanza gli allievi del Liceo Cirillo (che hanno eseguito “Canto di fine inverno” di Bianca d’Aponte), Massimo Germini, Mauro Ermanno Giovanardi, Cristiano Godano e l’olandese Raquel Kurpershoek, vincitrice del Premio Bianca d’Aponte International.

Sabato 28, insieme a Zilli e Pagani, è toccato a Flo e Mariella Nava.

Una band residente, coordinata e diretta da Alessandro Crescenzo, ha accompagnato alcune concorrenti e alcuni ospiti.



Il Premio Bianca d’Aponte è organizzato dall’Associazione Bianca d’Aponte, in collaborazione con ReteDoc, ed è sostenuto anche da SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori e NuovoImaie. La direzione artistica è di Ferruccio Spinetti, la conduzione delle due serate era affidata a Carlotta Scarlatto e Ottavio Nieddu.

Anche quest’anno l’evento ha avuto come media partner Rai Radio 1.



Di assoluto livello le due giurie che hanno assegnato i premi dell’organizzazione.

Per il premio assoluto hanno votato: Giuseppe Anastasi, Rachele Andrioli, Giuseppe Barbera, Maurizio Bernacchia, Rossana Casale, Valentina Casalena, Mimì Ciaramella, Sergio Delle Cese, Piero Fabrizi, Massimo Germini, Mauro Ermanno Giovanardi, Cristiano Godano, Kaballà, Elena Ledda, Alfredo Rapetti Mogol, Mariella Nava, Mauro Pagani, Ivan Rufo, Andrea Satta, Brunella Selo, Roberto Trinci, Danilo Turco, Fausta Vetere, Nina Zilli.



La giuria del Premio della Critica “Fausto Mesolella” era invece composta da: Roberta Balzotti, Salvo Battaglia, Giovanni Chianelli, Angiola Codacci Pisanelli, Valerio Corzani, Giorgiana Cristalli, Enrico de Angelis, Mauro De Cillis, Angela Garofalo, Elisabetta Malantrucco, Cinzia Marongiu, Michele Monina, Francesco Paracchini, Leonardo Pascucci, Fausto Pellegrini, Timisoara Pinto, Alessia Pistolini, Paolo Talanca, John Vignola.



I partner del Premio sono: Emergency, M.A.U., SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori, NuovoImaie, ReteDoc, Premio Andrea Parodi, Suoni dall’Italia, “Pem! Festival - Parole e musica in Monferrato”, L’isola che non c’era, Blogfoolk, Istituto italiano di cultura di Madrid, Officina delle Arti Pasolini, Music for Change, Maieutica Dischi, Siedas, Premio Virginia Musto, Virus Studio, Soundinside, Premio Nilla Pizzi, Associazione Virginia Vita.

Media partner: Rai Radio1.

Riprese video: Time4Stream.



Per maggiori informazioni sulla manifestazione:

lunedì 30 ottobre 2023

Nuova mostra virtuale online da mercoledì 1° novembre.

 



Autunno ricco di sorprese per voi amici di Radio Il Discobolo

Torniamo a proporvi una mostra virtuale, curata da Massimo Baldino, questa volta dedicata all'indimenticabile brano "Tornerai", canzone che ha fatto la storia della musica italiana (e non solo). 

Scritto nel 1937 da Nino Rastelli (testo) e Dino Olivieri (musica), nel corso degli anni è stato cantato veramente da tutti i più grandi: il Trio Lescano, Carlo Buti, Claudio Villa e tanti, tanti altri.

Il brano ha avuto fortuna anche all'estero: in Francia diventa "J'attendrai" e Dalida ne è la splendida interprete. 

Sfogliando le pagine della mostra, troverete le tante versioni di questo brano, un po' di storia della canzone e dell'epoca e anche un'interessantissima presentazione a cura di Simone Calomino.

Vi aspettiamo a partire da mercoledì 1° novembre, sulla home page del nostro sito.

www.ildiscobolo.net



venerdì 27 ottobre 2023

Al via il Premio Bianca d'Aponte per cantautrici






Al via la 19a edizione del Premio Bianca d’Aponte – Città di Aversa, il contest italiano riservato a cantautrici, in programma al teatro Cimarosa di Aversa il 27 e 28 ottobre 2023.

Nel ruolo di madrina quest’anno ci sarà Nina Zilli, che interpreterà un brano di Bianca d'Aponte (la cantautrice a cui la manifestazione è dedicata) e presiederà la giuria del concorso, mentre il premio alla carriera della Città di Aversa andrà a Mauro Pagani.

Importante il parterre degli ospiti, che comprende Teresa De Sio, Cristiano Godano, Mauro Ermanno Giovanardi, Mariella Nava, Flo, Massimo Germini e Moà, che, come vincitrice della scorsa edizione, aprirà le due serate.

Si esibiranno anche una rappresentanza degli allievi del Liceo Domenico Cirillo di Aversa (che presenteranno un brano di Bianca d’Aponte) e l’olandese Raquel Kurpershoek, vincitrice del Premio Bianca d’Aponte International.

Il contest per cantautrici, che è il centro focale della manifestazione, vedrà invece confrontarsi Ilaria Argiolas (da Roma), Arianna Battilana dei Mockingjay (Varese), Irene Buselli (Genova), Cristina Cafiero (Napoli), Veronica Di Nocera (Caserta), Francesca Giannizzari (Potenza), Chiara Ianniciello (Salerno), Alessandra Nazzaro (Napoli), Santanna (L’Aquila).

Una band residente, coordinata e diretta da Alessandro Crescenzo, accompagnerà alcune concorrenti e alcuni ospiti.

Il Premio Bianca d’Aponte è organizzato dall’Associazione Bianca d’Aponte, in collaborazione con ReteDoc, ed è sostenuto anche da SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori e NuovoImaie. La direzione artistica è di Ferruccio Spinetti, la conduzione delle due serate è affidata a Carlotta Scarlatto e Ottavio Nieddu. Anche quest’anno l’evento avrà come media partner Rai Radio 1.

Nel corso delle serate sarà disponibile la compilation della 19a edizione del Premio che il pubblico potrà ricevere in cambio di un’offerta al banco di Emergency situato all’ingresso, cui sarà devoluto l’intero ricavato.


IL PROGRAMMA

Venerdì 27 al Cimarosa alle 20 saliranno sul palco, oltre alle finaliste, che proporranno un proprio brano, gli allievi del Liceo Cirillo, Massimo Germini, Mauro Ermanno Giovanardi, Cristiano Godano, Moà e Raquel Kurpershoek.

Sabato 28 ottobre si comincerà già in mattinata, alle 9.30, nella Sala Convegni dell’Hotel Max (Viale Kennedy 155, Aversa) con un incontro sui diritti connessi per artisti, interpreti ed esecutori tenuto dal presidente del NuovoImaie, Andrea Miccichè.

Alle 10.30 sarà la volta di una tavola rotonda su “Intelligenza artificiale e creatività individuale: maneggiare con cura” con Andrea Miccichè (NuovoImaie), Mariella Nava (cantautrice), Andrea Ponzoni (referente musica ReteDoc), Roberto Trinci (Sony Music Publishing), Gianni Taglialatela (esperto di Diritto d’autore). Conduce John Vignola (Rai Radio1).

Alle 12 il consueto incontro fra finaliste e giurati aperto al pubblico e condotto da Giorgiana Cristalli (Ansa).

Gli incontri sono a ingresso libero.

Alle 20 al Cimarosa prenderà il via la serata finale, con le esibizioni di Nina Zilli, Teresa De Sio, Flo, Mariella Nava, Mauro Pagani e Moà in veste di ospiti e quella delle finaliste, che presenteranno il brano in gara. Al termine ci sarà la proclamazione delle vincitrici.


LE GIURIE

Faranno parte della giuria per il premio assoluto: Federica Abbate, Giuseppe Anastasi, Rachele Andrioli, Giuseppe Barbera, Maurizio Bernacchia, Rossana Casale, Valentina Casalena, Mimì Ciaramella, Sergio Delle Cese, Teresa De Sio, Grazia Di Michele, Piero Fabrizi, Massimo Germini, Mauro Ermanno Giovanardi, Cristiano Godano, Kaballà, Elena Ledda, Alfredo Rapetti Mogol, Mariella Nava, Mauro Pagani, Ivan Rufo, Andrea Satta, Brunella Selo, Roberto Trinci, Danilo Turco, Fausta Vetere, Nina Zilli.

La giuria del Premio della Critica “Fausto Mesolella” sarà invece composta da: Roberta Balzotti, Salvo Battaglia, Giovanni Chianelli, Angiola Codacci Pisanelli, Valerio Corzani, Giorgiana Cristalli, Enrico De Angelis, Mauro De Cillis, Giuliano Delli Paoli, Cecilia Donadio, Angela Garofalo, Elisabetta Malantrucco, Cinzia Marongiu, Michele Monina, Francesco Paracchini, Leonardo Pascucci, Fausto Pellegrini, Timisoara Pinto, Alessia Pistolini, Paolo Talanca, John Vignola.


I PREMI

Alla vincitrice assoluta andrà il Premio Bianca d’Aponte, con borsa di studio di 1.000 euro, la partecipazione come ospite alla prossima edizione del Premio, la proposta di un anno di consulenza manageriale e ufficio stampa da parte di Freecom, la possibilità di partecipare al Premio dei Premi del Mei di Faenza e, come ospite, all’edizione del 2024 di Music for Change, realizzata da Musica contro le mafie.

Per chi si aggiudicherà il Premio della Critica “Fausto Mesolella” è prevista una borsa di studio di 800 euro e la possibilità di esibirsi come ospite al Premio Nilla Pizzi. Verranno inoltre assegnate menzioni per miglior testo, migliore musica e migliore interpretazione.

Ci saranno poi vari premi assegnati ad alcune finaliste direttamente da realtà esterne all’organizzazione o da singoli giurati. Fra quelli confermati c’è il “Premio ’Na stella” (titolo di una canzone di Mesolella) del Virus Studio, con l’incisione di un brano con la produzione artistica di Ferruccio Spinetti; un premio di Soundinside Basement Records consistente nella realizzazione di un video live in studio e quello dell’etichetta femminile “Maieutica Dischi” di Veronica Marchi (vincitrice della prima edizione del Premio) per la produzione e pubblicazione di un brano.

Inoltre una proposta per un anno di assistenza legale e manageriale per l'artista vincitrice o altra finalista da parte di Siedas e quella di una possibile collaborazione artistica con l’etichetta Suoni dall’Italia di Mariella Nava.

Intanto il NuovoImaie ha confermato il contributo economico (grazie ai fondi dell’art.7 L. 93/92) finalizzato a realizzare un tour di sei concerti per la vincitrice dell’edizione 2022.


I PARTNER

Partner: Emergency, M.A.U., SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori, NuovoImaie, ReteDoc, Premio Andrea Parodi, Suoni dall’Italia, “Pem! Festival - Parole e musica in Monferrato”, L’isola che non c’era, Blogfoolk, Istituto italiano di cultura di Madrid, Officina delle Arti Pasolini, Music for Change, Maieutica Dischi, Siedas, Premio Virginia Musto, Virus Studio, Soundinside, Premio Nilla Pizzi, Associazione Virginia Vita.

Media partner: Rai Radio1.

Riprese video: Time4Stream.






L’ingresso è solo con prenotazione, contattando: 336 694666 – 335 5383937; info@biancadaponte.it

giovedì 12 ottobre 2023

Montecatini International Short film Festival, al via l’edizione 2023 del festival internazionale del cortometraggio.

 




MONTECATINI TERME-  Ospiti internazionali, campus per studenti, spettacoli, proiezioni, tavole rotonde, e molto altro ancora: al via l’edizione 2023 del MISFF – Montecatini International Short Film Festival, in programma a Montecatini Terme dal 16 al 22 di ottobre, con sette giorni dedicati al cinema internazionale, all’arte e alla formazione per i giovani talenti emergenti.

Attesi a Montecatini Terme attori, produttori e registi da tutto il mondo, che per una settimana trasformeranno la città termale in un crocevia internazionale. Un’edizione che quest’anno si svolge su molteplici location: in programma proiezioni gratuite, performance di danza, flashmob, spettacoli di strada, conferenze, spettacoli musicali e improvvisazioni teatrali, che coinvolgeranno le vie e le piazze della città di Montecatini Terme.

Il festival, da sempre in prima linea nella formazione dei giovani e dei talenti emergenti, parte il 16 ottobre con il Campus Internazionale Cinema & Danza, diretto da Paola Sorressa, realizzato in collaborazione con AiCS – Associazione italiana Cultura Sport; nei giorni del Campus, dal 16 al 22 di ottobre, i partecipanti prenderanno parte a workshop, masterclass e corsi di formazione, con il coinvolgimento di docenti di cinema, registi, fotografi di scena, cameraman, truccatori, addetti ai costumi, scenografi e coreografi.

L’offerta formativa del festival prevede anche il workshop La Fotografia come linguaggio: conversazioni e workshop, a cura del fotografo Alberto Di Mauro, e il laboratorio di Cinematerapia condotto da Eleonora Capitani.

Ampio spazio poi alla rassegna cinematografica internazionale, vero cuore della manifestazione diretta da Marcello Zeppi: le proiezioni partiranno da giovedì 19 ottobre al Cinema Excelsior di Montecatini Terme, presso la Sala Portoghesi, all’interno delle Terme Tettuccio, e presso la sala Mascagni del Palazzo del Turismo, e sono ad accesso gratuito; il programma è consultabile sul sito del Montecatini International Short Film Festival.

La Selezione Ufficiale dei cortometraggi in gara, come da tradizione, punta sulla qualità e sul respiro internazionale, e le proiezioni in concorso arrivano da tutto il mondo: dall’Italia, con tanti autori interessanti in gara, fino a Spagna, Germania, Svezia, Repubblica Ceca, Cina, Emirati Arabi, Stati Uniti, Corea del Sud, Brasile, Uruguay, Iran, Sudafrica, e molti altri ancora. Un lavoro di grande qualità svolto dalla Giuria Internazionale presieduta da Olga Strada, già Direttrice dell’Istituto di Cultura Italiana a Mosca, e composta da esperti di cinema internazionali quali Anna Beatrix Schramek, Alfonso Palazon Meseguer, Antonio Costa Valente, Catello Masullo, Paola Dei, Paola Tassone, Armando Lostaglio, Anna Yefiemenko, Laura Villani, Laura Andreini, Khodom Outhaythavy, Pietro Mariani, Maria Paola Viano, Eleonora Capitani, Alberto Di Mauro e Yeganeh Imani.

Quest’anno, all’interno della rassegna cinematografica un focus speciale sarà dedicato al cinema armeno, con la rassegna “Uno sguardo sul cinema di frontiera”, a cura del regista Aram Manukyan, rappresentante della Federazione dei cineasti pan-armeni. Altro paese ospite il Portogallo, con i lavori di quattro cineasti emergenti.

E non è tutto: quest’anno il MISFF diventa anche produttore di cortometraggi, e presenterà al festival le prime due produzioni del suo MISFF Lab Production: il cortometraggio Il panno siamo noi, realizzato in co-produzione con la casa di produzione Regie d’Autore (da un soggetto di Barone Roberto e Alessandra Moretti, che ne è anche la regista), e dedicato alla tradizione dello storico panno casentino, e il documentario Galileo Chini a Montecatini Terme - incentrato sulla storia e l’arte di Galileo Chini, di cui ricorrono in centocinquant’anni dalla nascita – diretto da Marcello Zeppi e co-prodotto dal MISFF e dal Comune di Montecatini Terme.

Quest’anno in programma anche la prima edizione dei “MISFF Wedding Film Awards”: il Montecatini International Short Film Festival, in collaborazione con Federmep, lancia una nuova sezione della sua Rassegna Ufficiale, dedicata ai cortometraggi, nazionali e internazionali, incentrati sul tema del matrimonio.

Si rinnova quest’anno anche la partnership con il Giffoni Film Festival: giovedì 19 ottobre presso il Cinema Excelsior è in programma il Giffoni Innovation Hub, con le proiezioni dei migliori cortometraggi visti nel corso dell’ultima edizione del festival diretto da Claudio Gubitosi, dedicati ai temi della coesione sociale e della sostenibilità ambientale.

E come, da tradizione, al Montecatini International Short Film Festival non mancano le premiazioni e gli ospiti speciali: guest star di questa edizione il compositore americano Ron Jones, che sarà premiato sabato 21 ottobre presso il Salone Portoghesi per la sua straordinaria carriera ultraquarantennale, che lo ha portato a comporre musiche per serie televisive di fama mondiale, tra cui Magnum P.I., A-Team, Star Trek: The Next Generation, I Griffin, e molte altre ancora.

L’Airone d’Oro, lo storico premio del Montecatini International Short Film Festival, andrà invece a Massimiliano Finazzer Flory, autore, regista e attore teatrale, che porta a Montecatini il suo docufilm Altri comizi d’amore, ispirato agli scritti di Pier Paolo Pasolini, che sarà proiettato venerdì 20 ottobre presso la Sala Portoghesi.

Premiati alla carriera anche il produttore cinematografico Pietro Innocenzi (vincitore del David di Donatello per Palermo Milano solo andata, da oltre cinquant’anni protagonista del cinema italiano e internazionale) e l’attore Sergio Forconi, indimenticabile interprete di pellicole quali Amici Miei, Berlinguer ti voglio bene, Madonna che silenzio che c’è stasera, Il Ciclone, Pinocchio, e moltissime altri ancora.

Ma non c’è solo il cinema al MISFF: sono tanti gli spettacoli in programma, ad accesso libero e aperti a tutti.

Giovedì 19 ottobre il festival dedica un omaggio a Italo Calvino (di cui ricorre il centenario dalla nascita) con uno spettacolo teatrale che andrà in scena alle 21:30 nella Sala Portoghesi: Montecristo (trasposizione di un racconto della raccolta "Le Cosmicomiche" ad opera della Compagnia Catalyst), una partitura per attore e voce, diretta e interpretata da Riccardo Rombi.

Non mancano anche gli spazi dedicati alla musica: giovedì 19 ottobre alle Terme Tettuccio (alle ore 20.30) sarà la volta del Music film show, con le più belle colonne sonore della storia del cinema italiano e straniero, interpretate da Eleonora Lari e dagli allievi del corso di canto della Musikey Academy.

Spazio anche agli spettacoli all’aperto – nel pomeriggio di sabato 21 ottobre, da piazza del Popolo alle Terme Tettuccio - con WOOW! Spettacolo comico surreale, non verbale e clownesco Vengono da lontano, viaggiano da non si sa quanto tempo, esilarante e coinvolgente spettacolo di street art ad opera della Compagnia BRUBOC, composta da Andrea Bochicchio e Teresa Bruno.

E sono solo alcuni degli eventi previsti: il programma completo è disponibile sul sito del Montecatini International Short Film Festival.

Marcello Zeppi, Presidente del Montecatini International Short Film Festival, commenta: «Quello che maggiormente differenzia un Festival è la sua originalità, marchio di fabbrica e stile. Il MISFF ha voluto e cercato una forte identità, una connotazione internazionale, una costante capacità di innovare, ma non solo: grazie ai Campus, ai PCTO e ai Progetti Erasmus ha perseguito anche lo sviluppo della creatività fra i giovani studenti di Montecatini e fra i tanti talentuosi filmmaker internazionali. Questa è la vera innovazione del Festival: la sua capacità di promuovere arte, cultura e bellezza».

Alessandro Sartoni, Vicesindaco del Comune di Montecatini Terme, commenta: «Credo di aver raggiunto l’obbiettivo che mi ero dato quando venni chiamato ad interessarmi di cultura, contribuendo con atti concreti e idee propositive a fare del MISFF non solo la classica rassegna dedicata al cortometraggio ma qualcosa di più arioso e coinvolgente, parte attiva delle dinamiche culturali cittadine e non solo appuntamento periodico dedicato ad una ristretta cerchia di cultori della materia».

domenica 8 ottobre 2023

"Dal fonografo al microsolco", al via la stagione 2023-2024

 


La riapertura della stagione radiofonica porta con sé anche l'attesissimo ritorno della storica trasmissione "Dal fonografo al microsolco", come sempre curata e condotta da Massimo Baldino

E chissà che nel corso delle puntate non intervenga qualche ospite... seguite la trasmissione con attenzione!

La trasmissione andrà in onda:

- Lunedì alle 10

- Martedì alle 14,30

- Mercoledì alle 18

 - Giovedì alle 21

www.ildiscobolo.net

http://178.32.137.180:8555/stream


sabato 7 ottobre 2023

Nuova trasmissione: "Vent'anni della nostra storia in onda".




Con la nuova stagione radiofonica di Radio Il Discobolo, che parte domenica 8 ottobre, arriva anche una nuova trasmissione, condotta da Massimo Baldino.

Assieme a lui, ripercorreremo 20 anni di storia, attraverso le canzoni più amate e famose e gli avvenimenti più importanti del periodo tra il 1951 e il 1970. 

Vi aspettiamo!

La trasmissione andrà in onda:

- Lunedì alle 21

- Martedì alle 10

- Giovedì alle 14,30

- Venerdì alle 18

www.ildiscobolo.net

http://178.32.137.180:8555/stream

mercoledì 4 ottobre 2023

Concerto di beneficenza per Amatrice nel nome di Luigi Tenco sabato 21 ottobre




AMATRICE- Sabato 21 Ottobre 2023 alle ore 18:00, presso l’Auditorium della Laga di Amatrice avrà luogo il concerto di beneficenza Un volto per caso ti farà ricordare il mio sorriso, una tappa molto speciale della tournée Canto Mentre Mi Rado Tour - Luigi Tenco.


In questa occasione non si parlerà dei fatti degli ultimi anni, comunque evidenti a tutti, che hanno toccato la storia del territorio amatriciano ma si parlerà dei giovani. Anzi si canterà per i giovani e con i giovani di questo splendido territorio con le significative canzoni di un altro giovane: Luigi Tenco.


Lo scopo di questo evento è quello di contribuire alla raccolta di fondi per sostenere gli aiuti sociali necessari per il territorio al fine di poter assegnare borse di studio per gli studenti, sostenere il fondo di iniziative di solidarietà ed istituire uno sportello di ascolto permanente non solo per i giovani. Per questo motivo l’organizzazione LESARTISTES.it, gli artisti sul palco e la famiglia Tenco, che è sempre stata umanamente vicina alla comunità amatriciana e che sostiene questo evento, hanno deciso di devolvere l’intero incasso della serata in beneficienza e, con particolare attenzione ai giovani musicisti, di tentare di offrire un’opportunità di visibilità nel mondo della musica attraverso la loro partecipazione artistica in questo evento-concerto.

Ringraziando il Comune di Amatrice, la Proloco di Amatrice, l’Associazione Il sorriso di Filippo, le Associazioni di Volontariato locali e gli altri Enti, ma soprattutto i giovani artisti del territorio amatriciano che hanno aderito all’evento-concerto, presto verranno comunicati i nomi degli Ospiti che arricchiranno lo spettacolo ed i dettagli dell’intera manifestazione.


Canto mentre mi rado Tour è lo spettacolo musicale che porta in tournée le canzoni di Luigi Tenco, il cantautore che ha rivoluzionato la musica italiana, alcune delle quali risultano come fossero delle sorprese poiché spaziano nei generi rock, blues, ironici e persino sarcastici. Qui si può conoscere un Tenco assolutamente diverso dai luoghi comuni e molto più completo, sia per vivacità caratteriale che per creatività artistica. Il titolo del Tour ne è un esempio e prende spunto da un’intervista che gli fecero, quando gli chiesero cosa avrebbe fatto se le sue canzoni non fossero piaciute al pubblico e lui rispose ‘le canterò mentre mi rado la barba’.


Per l’occasione speciale del 21 ottobre 2023 ad Amatrice si potranno vedere un insolito presentatore Michele Piacentini nonché portavoce della famiglia Tenco e autore della biografia “Luigi Tenco”, un’emozionante cantante Carolina ed un poliedrico compositore-arrangiatore Gianni Ferretti, elementi principali del Tour, che accompagneranno gli altri musicisti e cantanti amatriciani oltre che gli Ospiti Speciali che aderiranno a questa speciale manifestazione "Un volto per caso ti farà ricordare il mio sorriso".


martedì 3 ottobre 2023

Quasi al via il "Festival del Giornalismo Musicale" diretto da Enrico Deregibus

 




FAENZA- È tutto pronto per l’ottava edizione del “Forum del giornalismo musicale’, in programma il 7 e 8 ottobre come sempre nell’ambito del Mei di Faenza, a ingresso libero.

Il Forum, ideato da Giordano Sangiorgi e diretto da Enrico Deregibus, vedrà alternarsi nelle due giornate appuntamenti di varia natura riunendo giornalisti e critici musicali di diversa provenienza ed età.

Sabato 7 ottobre l’evento sarà nel Palazzo del Podestà, domenica 8 nella Sala del consiglio comunale. Entrambi in piazza del Popolo.

Momento importante della due giorni è la consegna del Premio Michele Manzotti, riconoscimento per giornalisti o critici musicali creato in ricordo del giornalista della Nazione scomparso prematuramente nel 2022 e presente al Forum sin dalla prima edizione, nonché presidente dell’Agimp (Associazione dei Giornalisti e critici Italiani di Musica legata ai linguaggi Popolari).

Il premio quest’anno andrà a Marcella Sullo, dopo Federico Savini, premiato nel 2022,

Marcella Sullo è da dieci anni nella redazione Cultura e Spettacoli del Gr Rai, oltre a condurre vari programmi. Giornalista professionista, in precedenza ha lavorato per la carta stampata, prima a “La Città di Salerno” e poi per quattro anni a TV Sorrisi e Canzoni. Approda in RAI nell'estate del 2002 e da allora non lascia più la radio. Ha sempre avuto la passione per la scrittura, in particolare per la cronaca musicale, per il “racconto dei suoni che girano intorno”.


Ecco il programma completo del Forum.


Sabato 7 ottobre, Palazzo del Podestà

Ore 15 Assemblea dell’AGIMP (Associazione dei Giornalisti e critici Italiani di Musica legata ai linguaggi Popolari);

Ore 16.15 “La radio racconta ancora la musica?”. Incontro con Carlo Pahler, presidente di Raduni (Associazione Operatori Radiofonici Universitari italiani), Noemi Serracini, autrice e conduttrice Rai Radio2, e Andrea D’Agostino, speaker e programmatore musicale di Radio LatteMiele.

Ore 17 Presentazione del volume “Musica di carta - 50 anni di riviste musicali in Italia” di Maurizio Inchingoli (Arcana), con l’autore e con Federico Guglielmi e Federico Savini;

Ore 17.30 Consegna del Premio Michele Manzotti a Marcella Sullo.

Ore 17.45 Consegna “Targa Mei Musicletter”, riconoscimento per l'informazione musicale sul web ideato e cura da Luca D'Ambrosio con la collaborazione di Giordano Sangiorgi. I premiati: All Music Italia (“Miglior sito web”), “Diario di un prete” di Don Massimo Granieri (“Miglior blog personale”) e “Rocket Girls” di Laura Gramuglia (Premio speciale “Miglior podcast di musica”).

Ore 18.30 Convegno su “Giornalismo musicale, quali frontiere per la formazione?”, a cura dell’Agimp. Con Silvestro Ramunno (presidente dell'Odg Emilia-Romagna), Vincenzo Cimino (presidente dell'Odg Molise) e Livio Costarella (giornalista e critico musicale, in rappresentanza dell’Odg Puglia).



Domenica 8 ottobre, Sala del consiglio comunale.

Dalle 9.30 alle 13.30 ci sarà invece spazio per un seminario su ““Donne e musica. L’universo femminile nelle canzoni e nell’industria musicale tra difficoltà, stereotipi e affermazione”. Interverranno: Serena Bersani (Associazione Giulia Giornaliste)

su “Commenti stonati: l'hate speech contro le cantanti”; Roberta Balzotti (Associazione Giulia Giornaliste) su “Stereotipi di genere nelle canzoni e nel racconto giornalistico”; Laura Gramuglia (Radio Capital) su “Disparità di genere nel music business”; Susanna La Polla (giornalista e cantautrice) su “Donnacirco: storia di un album”, Federico Guglielmi (critico musicale) su “Quattro artiste, quattro mondi, quattro epoche”.

Si tratta di un corso accreditato come “formazione professionale continua” per gli iscritti all’ordine dei giornalisti (che devono iscriversi su www.formazionegiornalisti.it ), ma aperto anche ai non iscritti in qualità di uditori. L’iniziativa è in collaborazione con Il Piccolo, edizione faentina del settimanale Corriere Cesenate, con Associazione Giulia Giornaliste e con Associazione Rumore di fondo.



Nei primi sette anni del Forum si sono svolte numerose iniziative: tavoli di lavoro, assemblee, lezioni, presentazioni, corsi di aggiornamento, incontri con figure professionali. Sono stati coinvolti sino ad oggi circa 500 giornalisti, da quelli delle grandi testate a quelli delle webzine, sino alle radio e tv.

lunedì 2 ottobre 2023

Premio Andrea Parodi: Paolo Angeli, Fausta Vetere, Peppe Voltarelli tra gli ospiti.




CAGLIARI- Si avvicina il Premio Andrea Parodi, uno dei più importanti contest europei dedicati alla world music, le cui finali si terranno dal 12 al 14 ottobre in un luogo di grande prestigio come il Teatro Massimo di Cagliari.

Le serate, che inizieranno alle 20.30, sono a ingresso gratuito con prenotazione al Boxoffice Sardegna (070 657428 - info@boxofficesardegna.it ).

Di assoluto livello il parterre degli ospiti di questa 16a edizione, a partire da Paolo Angeli, chitarrista e compositore osannato dalla critica e dal pubblico, che riceverà il Premio Albo d’oro.
Ma ci saranno anche una colonna della musica popolare italiana come Fausta Vetere (con Umberto Maisto), un cantautore eclettico e fantasioso come Peppe Voltarelli e il giovanissimo virtuoso di organetto Giacomo Vardeu.
Ed inoltre gli Ual-la!, il duo catalano vincitore della scorsa edizione.

Dal 12 al 14 a Cagliari il cuore della manifestazione sarà come sempre nel concorso, che quest’anno vedrà sul palco nove artisti, con proposte stilisticamente molto variegate. Si tratta di: Carolina Alabau (dalla Catalogna), Andrea Andrillo (Sardegna), Curamunì (Sicilia), Guido Maria Grillo (Campania), Looping Greis (Madrid), Osso sacro (Campania), Ra Di Spina (Campania), Hiram Salsano (Campania), Trillanti (Lazio).

Ospiti e finalisti proporranno fra l’altro un brano di Andrea Parodi, a cui è dedicata l’intera manifestazione, realizzata dall'omonima Fondazione con la direzione artistica di Elena Ledda e la conduzione di Gianmaurizio Foderaro e Ottavio Nieddu.

A decidere i vincitori del contest saranno tre giurie, una tecnica, una critica e una internazionale, tutte composte da autorevoli addetti ai lavori, che saranno in buona parte presenti in platea (altri in remoto).

Il vincitore assoluto avrà diritto ad una borsa di studio di € 2.500, oltre alla possibilità di esibirsi in alcuni festival partner del Parodi nel 2024, come l’European Jazz Expo (Sardegna) e Folkest (Friuli), oltre che nello stesso Premio Andrea Parodi.

Il vincitore del Premio della Critica potrà invece realizzare un videoclip professionale di un brano, prodotto dalla Fondazione Andrea Parodi.

Per alcuni dei finalisti del Premio ci sarà inoltre la possibilità di essere invitati da alcuni dei festival partner (come Mare e Miniere, Premio Bianca d’Aponte, Premio Città di Loano per la musica tradizionale italiana, Mo'l'estate Spirit Festival, Musiconnect-italy).



Il Premio Andrea Parodi è realizzato dall'omonima Fondazione grazie a Regione autonoma della Sardegna (fondatore), Fondazione di Sardegna, Comune di Cagliari (contributo e patrocinio).

Partner della manifestazione sono: Teatro Massimo di Cagliari, European Jazz Expo, Folkest, Premio Bianca d'Aponte, Premio Città di Loano per la musica tradizionale italiana, Mare e Miniere, Musiconnect-italy, Mo'l'estate Spirit Festival, Festival del torto, World Music Academy, Associazione Culturale S’Ardmusic, Fondazione Barùmini – Sistema cultura, Comune di Aggius – Etnosfera, Labimus (Laboratorio Interdisciplinare sulla musica dell’Università degli studi di Cagliari, Dipartimento di Lettere, Lingue e Beni culturali), SIAE - Società Italiana degli Autori ed Editori, NUOVOIMAIE, Federazione degli Autori, U.N.A. (Unione nazionale autori), Siedas, Boxofficesardegna, AF Motors.

Media partner sono Rai Radio 1, Rai Radio Tutta Italiana, Rai Radio Techetè, Radio Popolare, Tiscali, Unica Radio, Ejatv, Sardegnaeventi24.it, Il giornale della musica, Blogfoolk, Folk Bulletin. Con il patrocinio di Rai Sardegna.

Partner internazionali: Deutchlandfunk Radio (Germania), Mundofonías (Spagna), Czech Radio - Petr Dorůžka (Rep. Ceca), Radio Ona de Barcelona (Catalogna), Association Musica Italiana (Francia), World Music Charts Europe (Rep. Ceca), Radio Wira Wiri (Olanda).



Per visionare maggiori informazioni:




Adelmo Togliani ospite di Giacomo Schivo a "Confidenziale".

  Sarà Adelmo Togliani , figlio dell'indimenticato Achille, l'ospite della settimana di "Confidenziale", il programmo ide...