domenica 2 maggio 2021

Premio Amnesty Emergenti: rinviata al 18 maggio la scadenza del bando per le migliori canzoni sui diritti umani




È stata spostata al 18 maggio la scadenza del bando per il Premio Amnesty International Italia nella sezione Emergenti, lo storico concorso sulle migliori canzoni sui diritti umani, da molti anni affiancato da una sezione riservata ai Big della musica italiana, vinta quest’anno dai Negramaro con il brano “Dalle mie parti”.




Le semifinali e la finale del contest per emergenti e la premiazione dei Negramaro avranno luogo nell’ambito del festival “Voci per la Libertà – Una canzone per Amnesty”, la cui 24a edizione è in programma dal 23 al 25 luglio a Rosolina Mare (Rovigo). Una edizione che sarà legata al 60° anniversario di Amnesty International.

La scelta di rinviare la scadenza del bando di concorso nasce dalla richiesta di vari artisti impossibilitati sino ad ora, per i problemi legati alla pandemia, a registrare i brani da iscrivere. Al contest è comunque possibile partecipare anche con brani già editi, purché scritti in tutto o in parte dagli artisti che si iscrivono.

Altre informazioni, la scheda di iscrizione e il bando di concorso sono reperibili sul sito www.vociperlaliberta.it

Tra tutti gli iscritti vengono selezionati otto semifinalisti, che il 23 e 24 luglio si confronteranno dal vivo sul palco del festival. Uno di loro è già stato scelto: si tratta degli Aftersat che, con il brano “Sanpapiè”, si sono aggiudicati il Premio Web, indetto fra i primi iscritti. Il 25 luglio si terrà poi la finale fra i migliori cinque semifinalisti, designati da una prestigiosa giuria che verrà comunicata nel mese di luglio.

Her,Premio Amnesty Emergenti 2020 -foto di Artax



Fra i bonus previsti per il vincitore c’è la produzione di un videoclip o di un cd singolo. Ma per tutti i finalisti ci potranno essere varie opportunità, come la possibilità di partecipare alle iniziative promosse durante tutto l’anno da Voci per la libertà: concerti, partecipazioni a festival, presentazioni.

Inoltre, negli ultimi tre anni, grazie ad un bando del NUOVOIMAIE vinto dal festival, uno dei finalisti del contest ha avuto la possibilità di realizzare un tour in tutta Italia.

Ogni anno poi viene realizzata una raccolta con i brani dei finalisti e degli ospiti del festival. Quella del 2020 è stata realizzata in digitale ed anche in vinile ad edizione limitata e numerata, pubblicata per Ala Bianca con distribuzione Warner Music. Comprende brani di Niccolò Fabi (Premio Amnesty International Italia nella sezione Big nel 2020), H.E.R. (vincitrice nella sezione emergenti), gli ospiti Marina Rei, Margherita Vicario, Meganoidi, The Boylers e Grace N Kaos e le finaliste Agnese Valle, Adriana, Assia Fiorillo, Micaela Tempesta. La raccolta può essere ordinata a questo link: http://smarturl.it/ssq8mj

Negli oltre vent’anni di storia sul palco di Voci per la Libertà, a fianco degli emergenti, sono saliti come vincitori del Premio Amnesty Big o in veste di ospiti importanti nomi della musica italiana, come Ivano Fossati, Paola Turci, Samuele Bersani, Subsonica, Carmen Consoli, Simone Cristicchi, Fiorella Mannoia, Frankie Hi-Nrg Mc, Enzo Avitabile, Mannarino, Edoardo Bennato, Nada, Brunori Sas, Roy Paci, Enrico Ruggeri, Modena City Ramblers, Perturbazione, Marta sui Tubi, Levante, Niccolò Fabi, Africa Unite, Marlene Kuntz, Bandabardò, Morgan, Tre Allegri ragazzi Morti, Cristina Donà e molti altri.

sabato 1 maggio 2021

Tutti a bordo del "Battello ubriaco", con Enzo Giannelli e Simone Calomino!


 Da lunedì 3 maggio ritorna la coppia Giannelli-Calomino con una nuova trasmissione! E questa volta... saliamo a bordo di un battello, un battello piuttosto particolare... ubriaco!!! 

Il capitano Enzo Giannelli e il mozzo Simone Calomino vi invitano a salire sul loro battello sgangherato per un viaggio musicale alquanto atipico, fra racconti, deliri, declamazioni di versi e tante canzoni.

La trasmissione andrà in onda:

- lunedì alle 14:30

- martedì alle 21

- mercoledì alle 18

- giovedì alle 10

www.ildiscobolo.net

http://178.32.137.180:8555/stream


martedì 27 aprile 2021

Massimo Ranieri su Radio Il Discobolo


Gli amanti di Massimo Ranieri si preparino!

Parte venerdì 30 una trasmissione che vede come protagonista, tra i tanti artisti,  anche il famoso cantante e attore napoletano, "Per quando la radio... Musica Ieri & Oggi". 

Vi aspettiamo venerdì alle 18.





domenica 25 aprile 2021

"La voce del padrone" speciale Milva.

 


La morte di Milva ha rappresentato un'immensa perdita per la musica italiana e non solo. Il mondo del teatro e dello spettacolo piangono la scomparsa di un'artista che con il suo talento ha emozionato gli italiani per tanti anni e che ancora continuerà a farlo.

Per questo motivo abbiamo deciso di tributarle un altro omaggio, con uno speciale "La voce del padrone" interamente dedicato a lei.

La trasmissione, condotta da Massimo Baldino, andrà in onda al posto di "Dal fonografo al microsolco".

Gli orari

- lunedì alle 18

- martedì alle 14:30

- mercoledì alle 10

- venerdì alle 21

www.ildiscobolo.net

http://178.32.137.180:8555/stream

sabato 24 aprile 2021

Garinei e Giovannini ricordati da... Garinei e Giovannini (ma non sono parenti!)


 Per gli amanti delle commedie musicali, ma non solo per loro, il binomio Garinei & Giovannini è sinonimo di teatro, radio, rivista. 

A partire dalla fine degli anni Quaranta i due sfornarono un successo dietro l'altro e ancora oggi, a distanza di anni dalla loro morte (Giovannini morì nel 1977, Garinei nel 2006), le loro opere continuano a essere rappresentate.

In tempi recenti due autori, Lello Garinei e Marco Giovannini, da sempre "perseguitati" a causa dei rispettivi cognomi, hanno deciso di ripercorrere la carriera dei celebri omonimi.

Nasce così "Garinei & Giovannini Story" che noi trasmetteremo a partire da domenica 25 aprile.

La trasmissione andrà in onda:

- domenica alle 21

- giovedì alle 18

- venerdì alle 14:30

www.ildiscobolo.net/

http://178.32.137.180:8555/stream



Milva la rossa ci ha lasciato: il nostro ricordo.



[articolo di Massimo Baldino ]

Ho rivisto l'intervista di Giletti con la quale Milva nel 2010 dava l'addio alle scene. Uno dei tanti momenti-salotto in televisione, con Giletti forse un po' troppo invadente nel quale traspare comunque il grande carattere di questa "diva buona" dello spettacolo italiano. (qui).
Buona perchè il vero segreto di Milva fu quello di fare tutto estremamente sul serio, compreso il suo ruolo di diva, pur senza esserlo o ritenersi tale.
Penso sia inutile dire qui quanto questa artista sia stata immensa.
Capace di fare qualsiasi cosa: teatro, radio, canzone nobile e canzonetta.
Tutto appunto, grazie all'enorme personalità di cui era dotata.
Mi manca Milva e credo manchi a molti. Manca alla TV nei grandi show del sabato sera (peraltro ormai defunti da tempo). Manca alla radio dove oltre ad essere una brava conduttrice: epica fu la sua intervista a Francesca Bertini, riusciva a dispetto delle epoche e delle mode a essere presente nelle playlist musicali con molte delle sue canzoni come la splendida Alexander Platz di Battiato o la crepuscolare La Rossa scritta per lei da Jannacci.
Di più. Riusci persino a farsi largo con coraggiose incursioni nel mondo della disco commerciale. Ricordo bene negli anni ottanta quanto veniva programmata la sua spericolata Marinero.
Milva nacque nelle balere, come ricorda lei stessa nell'intervista sopra linkata e incise i suoi primi dischi per la storica etichetta di Stato Cetra addirittura con il Maestro Angelini. Un monumento della canzone. Tuttavia fu il Festival di Sanremo a consacrarla e a Sanremo volle tornare quando ormai già "diva affermata" oltre che donna matura accettò di interpretare teatralmente una sin troppo trascurata canzone intitolata "Uomini addosso".
Un brano orecchiabile eppure estremamente difficile da sceneggiare su un palcoscenico come quello dell'Ariston.
Immaginate una canzone come questa interpretata da qualcun'altra ? A me risulta estremaente difficile. Peraltro ricordo di avere assistito alle prove di quel brano. E ricordo il clima che si respirava in teatro. Qualcuno degli addetti ai lavori (ed era qualcuno che contava parecchio) faceva passare l'idea in sala stampa di una Milva distante e antipatica. Io ebbi solo l'impressione di una grandissima artista dietro la quale si nascondeva un essere umano fondamentalmente timido. Magari mi sbagliavo. In ogni caso un grande momento di televisione che vi ripropongo molto volentieri.





sabato 17 aprile 2021

Ritorno alle origini per Radio Il Discobolo

 


Come alcuni di voi avranno notato, da qualche settimana Radio Il Discobolo ha ampliato il palinsesto notturno e, a partire da domenica 18 aprile, vi propone una vera e propria chicca, un programma che non è mai stato messo in podcast. Si tratta della prima edizione di "Dal fonografo al microsolco", risalente al 2008, con le voci di Massimo Baldino e Sandro Alba.

Quanti di voi lo ricordano?

Vi aspettiamo ogni sera a partire dalle ore 00:30. 


Premio Amnesty Emergenti: rinviata al 18 maggio la scadenza del bando per le migliori canzoni sui diritti umani

È stata spostata al 18 maggio la scadenza del bando per il Premio Amnesty International Italia nella sezione Emergenti, lo storico concorso...