domenica 2 ottobre 2022

Palinsensto 2022-2023: il ritorno di Giacomo Schivo con "Confidenziale"

 


Per la terza stagione consecutiva, Giacomo Schivo ci terrà compagnia con la sua "Confidenziale", trasmissione dedicata alle curiosità, alla storia e alla musica del nostro passato. 

La trasmissione andrà in onda:

- martedì alle 21

- mercoledì alle 18

- giovedì alle 10

- venerdì alle 14:30

www.ildiscobolo.net

http://178.32.137.180:8555/stream


domenica 25 settembre 2022

"Il diavolo rosso", in uscita il nuovo libro di Lucio Caratozzolo (il nostro Sandro Alba).

 


Care amiche, cari amici di Radio Il Discobolo, vi informiamo che è uscito il libro del nostro Sandro Alba, "Il diavolo rosso". 

“Succede una mattina che trovi il portone aperto e t’infili…”, sono le parole “chiave”, infatti, che introducono il protagonista nell’andito della sua casa natale, dove non era mai più entrato, nonostante si tratti di un palazzo cittadino, poco distante dalla sua attuale dimora. Il portone dimenticato aperto lo ha attratto proustianamente, verso la sua personale ricerca del tempo perduto, ma mai perduto se così forte è l’impulso a rivivere il passato, che mai così “passato” non è.

Il protagonista è rimasto bambino nelle viscere, ingoiato da una predestinazione a commettere il male, incarnata dantescamente nel fuoco infernale d’un diavolo che lo accompagnerà quasi fedele amico, nell’arco di tutta una vita: “Un diavolo rosso è rimasto nell’oggi e non ci lascia…”. Pur tuttavia saranno più i sensi di colpa che non i reali peccati commessi: “I veri peccati li commettevano quelli che scatenavano le guerre…”.

Col passare degli anni anche il diavolo rosso si trasforma. Pare trovare più felice dimensionamento nella lussuria che contrasta con la poesia e tormenta l’autore. Ogni immagine idealizzata cozza con “qualche maligna distorsione del pensiero”. Ma non solo, il diavolo s’incarna in una specie d’ansia che diventa fuorviante per gli obiettivi ambiziosi che il protagonista giovane si prefigge.

Romanzo di autoanalisi, la prima stesura del testo avviene in quell’età particolare quando non si è più giovani e non si è ancora uomini maturi, ammettendo che esista una maturità dell’anima.

Rivisitato, al lavoro si è pensato di aggiungere una seconda parte, probabilmente per vari pudori omessa nell’originale.

Lucio Caratozzolo


Il libro è acquistabile on line o inviando una mail a ildiscobolo@gmail.com (vi metteremo in contatto con l'autore). 

domenica 18 settembre 2022

Zibaldone, la seconda stagione del programma di Sandro Alba


Dopo la pausa estiva, riprende la stagione radiofonica di Radio Il Discobolo. 

Al via, la nuova serie di Zibaldone, la trasmissione ideata e condotta da Sandro Alba.

Vi aspettiamo: 

- domenica alle 14:30

- mercoledì alle 21

- giovedì alle 18

- venerdì alle 10

www.ildiscobolo.net

http://178.32.137.180:8555/stream

martedì 2 agosto 2022

Indimenticabile Marylin... un omaggio di Massimo Baldino

 


Il nostro Massimo Baldino ha deciso di omaggiare l'indimenticabile Marylin Monroe, la grandissima diva americana che ci ha lasciato esattamente 60 anni, il 5 agosto del 1962. E lo ha fatto con un racconto che ci farà rivivere, attraverso gli occhi di un bambino, quel giorno di 60 anni fa in cui il mondo venne a sapere della scomparsa di Marylin. 

Vi consigliamo di non mancare!

- giovedì 4 alle 9:30

- venerdì 5 alle 20 

www.ildiscobolo.net

http://178.32.137.180:8555/stream





domenica 24 luglio 2022

Radio Il Discobolo ricorda Vittorio De Scalzi

 


Vittorio De Scalzi ci ha lasciato , ha raggiunto la sua Aldebaran.
Grazie a tutti per l’amore che in tutti questi anni gli avete dimostrato .
Continuate a cantare a squarciagola “ quella carezza della sera”... lui vi ascolterà.

Mara Armanda Alberto

Così la famiglia di Vittorio De Scalzi ha annunciato, domenica 24 luglio, la scomparsa del cantante e musicista. Fondatore dei New Trolls, poi solista, De Scalzi è morto all'età di 72 anni, per complicanze polmonari legate al Covid. 

Sarà ricordato domani, 25 luglio, a Sanremo, presso la sede del Premio Tenco in Piazza Cesare Battisti alle 18. 

Noi, invece, abbiamo deciso di celebrarlo riproponendovi un'intervista che gli fece Monica Castello nel 2016 e che trametteremo domani alle ore 18.






sabato 16 luglio 2022

"La voce del padrone", speciale Irene Fargo

 


Da poco abbiamo salutato Irene Fargo, scomparsa all'età di 59 anni. 

Massimo Baldino ha voluto ricordarla con una speciale puntata di "La voce del padrone", a lei interamente dedicata. 

Sarà l'occasione giusta per conoscere l'arte di questa grandissima cantante che non ha avuto, purtroppo, la fortuna che avrebbe meritato. 

La trasmissione andrà in onda: 

- lunedì alle 10ù

- martedì alle 14:30

- giovedì alle 21

- venerdì alle 18

www.ildiscobolo.net

http://178.32.137.180:8555/stream

domenica 3 luglio 2022

Ma che musica, Raffaella! Omaggio a Raffaella Carrà su "Radio Il Discobolo".

 


Un anno fa, il 5 luglio del 2021 apprendevamo con dolore la notizia della morte di Raffaella Carrà

Attrice, cantante, ballerina, soubrette, vera e propria icona dello spettacolo italiano. Alla Raffa nazionale abbiamo voluto dedicare uno speciale della "Voce del Padrone", condotto dal nostro Massimo Baldino, che l'ha anche curato assieme a Claudia Bertanza

La trasmissione andrà in onda:

- lunedì alle 10

- martedì alle 14:30

- giovedì alle 21

- venerdì alle 18

www.ildiscobolo.net

http://178.32.137.180:8555/stream

Vi aspettiamo!

lunedì 6 giugno 2022

"Confidenziale", Giacomo Schivo intervista Alberto Alpozzi




Nella prossima puntata di "Confidenziale", Giacomo Schivo intervisterà lo scrittore Alberto Alpozzi

Bugie coloniali – Leggende, fantasie e fake news sul colonialismo italiano”, di Alberto Alpozzi

La storia coloniale italiana è ancora oggi un argomento sul quale si scontrano diverse opinioni. Per lo più ideologiche e basate su opinioni. Ma la storia e i documenti cosa dicono invece?

La storia recente ha subito una damnatio memoriae basata solo sulla dissoluzione di quelle idee e di quei valori su cui si fondava la società dei primi del ‘900, che ha accomunato nell’ostracismo anche opere, uomini e azioni che hanno il solo torto di essersi trovati in un dato periodo storico.

Il fenomeno coloniale permeò tutta l’Europa, non solo l'Italia, per quasi 100 anni ed è necessario storicizzazione degli eventi e quindi riconoscere che da una data epoca ad oggi le scale dei valori siano mutate e che la visione del mondo abbia seguito nuove morali.

Una sola pagina di “Bugie Coloniali” di Alberto Alpozzi, fonti e documenti alla mano, annulla decenni di retorica fabbricata ideologicamente sulla storia coloniale italiana. Per le bugie è sufficiente una parola ma per la verità occorrono le prove.

Narrazioni fantasiose e menzognere, mai avvalorate da prove, hanno diffuso per anni miti infondati e fake news. Carte e citazioni sono state parzializzate e fatte aderire a strumentalizzazioni di comodo.

Con una sorta di compiacimento perfino imbarazzante per una nazione matura, è stata presentata per anni un’immagine dell’Italia coloniale estranea non solo a chi la visse in prima persona, ma anche a quegli stessi popoli che dall’Italia vennero colonizzati e con i quali per decenni vivemmo a stretto contatto.

Ecco quindi le risposte ad alcuni importanti quesiti, fonti e documenti alla mano, sulla storia coloniale italiana. Perché le bugie è sufficiente una parola ma per la verità occorrono le prove.

Nel nuovo libro “Bugie coloniali – Leggende, fantasie e fake news sul colonialismo” frutto di un meticoloso lavoro di ricerca, presentando fonti verificabili da chiunque e documenti pubblici

chiarisco alcuni dei principali dubbi sulla storia degli italiani in Africa.

Ecco quali:

1. Cos’è una colonia

2. Colonizzare era giuridicamente legittimo?

3. I nullatenenti potevano emigrare nelle colonie?

4. Gli italiani come emigravano all’estero e nelle colonie?

5. Erano necessari documenti per emigrare nelle colonie?

6. Invasioni e conquiste?

7. L’Italia depredò le sue colonie?

8. La schiavitù nelle colonie italiane

9. L’Etiopia prima del 1936

10. I bandi di soppressione della schiavitù in Etiopia

11. L’Italia rispettava religioni, usi e costumi dei territori coloniali?

12. Quale religione si insegnava nelle scuole coloniali?

13. La manodopera indigena era schiavizzata?

14. Contratti per indigeni. Produzione e debiti

15. Discriminazione nei salari degli indigeni?

16. Gli indigeni potevano scioperare?

17. Keli Asayle. L’eccidio del “canale delle vedove”

18. Fonti parziali per una narrazione di comodo

19. Razzismo e madamato invenzioni del fascismo?

20. Con l’europeo nasce la discriminazione

21. Gli ascari erano costretti a stare scalzi?

22. Nelle nostre ex colonie ci odiano?

23. Il fascismo danneggiò le colonie?

24. Paghiamo ancora le accise sulla benzina per la guerra d’Etiopia

25. Esiste oggi una legge a favore del colonialismo?

A questi interrogativi il testo fornisce inequivocabili risposte documentate supportandole da un ricco apparato iconografico.

L'autore
Alberto Alpozzi (Torino, 1979) - Fotoreporter freelance, iscritto all’Ordine dei Giornalisti del Piemonte, specializzato in aree di crisi, ha documentato e raccontato le guerre in Afghanistan, Libano, Kosovo e la missione antipirateria in Somalia. Suoi reportage sono stati pubblicati da La Stampa, Il Sole 24 Ore, Il Giornale, Famiglia Cristiana.
Per la tedesca Bilderfest ha partecipato, unico italiano, alla realizzazione del documentario televisivo “Ustica - Tragedia nei cieli”. 
Ha insegnato fotografia e comunicazione dell’immagine al Politecnico di Torino presso la Facoltà di Architettura dal 2010 al 2016. Dal 2013 svolge ricerca
storica sul colonialismo italiano in Somalia. Collabora con il mensile "Storia in Rete".
Sempre per Eclettica Edizioni ha pubblicato “Il faro di Mussolini - Il colonialismo italiano in Somalia oltre il sogno imperiale”, “Viaggio nella Somalia italiana - La visita del Principe Umberto di Savoia nelle fotografie ritrovate di Carlo Pedrini”, "Dubat - Gli Arditi somali all'alba dell'Impero fascista" e curato la pubblicazione del romanzo coloniale "I prigionieri del sole" di Dante Saccani, inedita edizione critica e senza censure.

Confidenziale

Vi ricordiamo che la trasmissione andrà in onda:

- martedì alle 21
- mercoledì alle 18
- giovedì alle 10
- venerdì alle 14:30

domenica 15 maggio 2022

Radio Il Discobolo rende omaggio a Mia Martini

 


Ritorna, per una settimana, "La voce del padrone", dedicata ad una delle cantanti più amate della musica italiana: la grande Mia Martini.

Nei giorni scorsi c'è stato il 27° anniversario della sua morte e ci è sembrato giusto celebrare l'immenso talento di questa artista tanto eccezionale quanto sfortunata. Ripercorreremo la sua carriera, coi momenti più belli e quelli più bui, fino alla rinascita sanremese. 

Il programma, scritto da Claudia Bertanza, è condotto da Massimo Baldino e andrà in onda al posto di "Dal fonografo al microsolco".

Vi ricordiamo gli orari: 

- lunedì alle 10

- martedì alle 14:30

- giovedì alle 21

- venerdì alle 18

www.ildiscobolo.net 

http://178.32.137.180:8555/stream

Lo speciale è già disponibile sul nostro sito:

www.museovirtualedeldiscoedellospettacolo.it

sabato 26 febbraio 2022

Prato Film Festival, al via un ciclo di incontri con i protagonisti del mondo del cinema





Quattro incontri aperti agli studenti e a tutti gli appassionati della Settima Arte, che vedranno salire in cattedra i protagonisti del mondo del cinema: è l’iniziativa promossa dal Prato Film Festival, ideato e diretto da Romeo Conte, che inaugura così la lunga serie eventi che celebrano il decimo anniversario della manifestazione. 

Gli incontri si svolgeranno sia presso il PIN – Polo universitario “Città di Prato” (con il quale il Prato Film Festival porta avanti una fruttuosa collaborazione, sostenuta dalla presidente Daniela Toccafondi, dal presidente del Corso di Studio triennale in Progettazione e gestione di eventi e imprese dell’arte e dello spettacolo Maurizio Agamennone, e dal coordinatore Luigi Nepi) che a Manifatture Digitali Cinema, con il sostegno della Responsabile Area Cinema di Fondazione Sistema Toscana Stefania Ippoliti e dell’assessorato alla Cultura del Comune di Prato.

Il primo si è svolto il 21 febbraio con Giovanni Veronesi

Gli altri incontri in calendario sono previsti il 7 marzo (al PIN, con gli attori Alberto Testone e Roberto Herlitzka), l’11 aprile (a Manifatture Digitali Cinema, con lo stunt coordinator-action director Franco Maria Salamon) e il 16 maggio (a Manifatture Digitali Cinema, con l’esperto di trucco ed effetti speciali Vittorio Sodano e l’illustratore Renato Casaro). 


Gli incontri sono ad ingresso libero: possono partecipare non solo gli studenti, ma tutti coloro che sono interessati all’argomento; basterà comunicare con anticipo la propria presenza all’indirizzo email info@pratofilmfestival.it. Gli studenti che lo richiedessero potranno ricevere un attestato di partecipazione, che sarà rilasciato dal Prato Film Festival.

Gli incontri, così come tutta la decima edizione del Prato Film Festival, vedono il prezioso contributo e patrocinio di CNA Toscana Centro, che con la sua sezione CNA Cinema e Audiovisivo in questi anni ha creduto ed investito nel Festival, ritenendolo un evento centrale per Prato, per le imprese che fanno produzioni e per tutte le attività professionali che lavorano nella filiera del cinema e dell’audiovisivo.


La programmazione del festival proseguirà poi dal 17 al 19 Maggio al PIN – Polo universitario “Città di Prato” e al Convitto Nazionale Statale Cicognini, con la proiezione dei cortometraggi in gara nella Selezione Ufficiale del Prato Film Festival. Infine, come nelle edizioni precedenti, sono previsti quattro giorni di proiezioni, tavole rotonde e incontri con le guest star presso l’Arena estiva del Castello dell’Imperatore, dal 30 Giugno al 3 Luglio. 


Romeo Conte, Direttore Artistico del Prato Film Festival, commenta: «Giunto alla sua decima edizione, il Prato Film Festival si pone l’obbiettivo di far interagire sempre di più il cinema con il territorio, con uno sguardo rivolto in particolare ai giovani. Non è solo un festival, è ormai progetto a 360° che coinvolge tutta la città: istituzioni, cittadini, studenti e imprese. Questo grazie anche alla vicinanza costante del Comune di Prato e all’impegno di Cinzia Grassi e di tutta la CNA Toscana Centro, che con lungimiranza vede nel cinema non solo una splendida arte, ma anche un’opportunità economica fondamentale per il territorio. E siamo solo all’inizio: abbiamo ancora molte sorprese in serbo per questo 2022».

domenica 20 febbraio 2022

Ricordando Fausto Cigliano

 


Ci ha lasciato da pochi giorni Fausto Cigliano, cantante e chitarrista napoletano, che fu molto popolare soprattutto tra gli anni Cinquanta e Sessanta. 

Aveva 85 anni. 

Radio Il Discobolo ha deciso di rendergli omaggio con uno speciale a lui dedicato, ideato e condotto da Enzo Giannelli e Simone Calomino. 

La trasmissione andrà in onda: 

- lunedì 21 alle 14:30

- martedì 22 alle 18

- mercoledì 23 alle 21

- sabato 26 alle 10

www.ildiscobolo.net

http://178.32.137.180:8555/stream

Ricordiamo inoltre che è possibile ascoltare in podcast la replica del Gran Gala di Simone Calomino: lo potete trovare cliccando qui.

Buon ascolto!

martedì 1 febbraio 2022

Radio Il Discobolo ricorda Tito Stagno

 


Tito Stagno
ci ha lasciato. 

Il celebre giornalista, cronista sportivo e conduttore televisivo, era nato a Cagliari il 4 gennaio 1930. 

Lo ricordiamo tutti per la famosa telecronaca dello sbarco sulla Luna. 

Noi lo celebriamo riproponendovi una sua intervista, tratta dalla trasmissione "Un secolo fa". 

L'intervista sarà trasmessa mercoledì 2 febbraio alle 20.

Vi aspettiamo!

www.ildiscobolo.net

http://178.32.137.180:8555/stream

Palinsensto 2022-2023: il ritorno di Giacomo Schivo con "Confidenziale"

  Per la terza stagione consecutiva, Giacomo Schivo ci terrà compagnia con la sua " Confidenziale ", trasmissione dedicata alle c...