mercoledì 22 febbraio 2023

Sanremo, che passione! I cantanti toscani al festival della musica leggera italiana.

 

Sono rimasti pochissimi numeri disponibili. Non perdere l'occasione!

I cantanti toscani vengono raccontati da vari giornalisti in questo volume, prendendo a pretesto il Festival di Sanremo. Il dietro le quinte, le storie e gli aneddoti di vincitori e piazzati nella manifestazione canora italiana più longeva.

I successi per sempre e quelli di una stagione, il pop e il rock fino al jazz, i fiorentini e i pratesi.

Di chi parla questo libro? Nada, gli Homo Sapiens, Toto Cutugno, Riccardo Fogli, Aleandro Baldi, Marco Masini, Francesco Gabbani, Katyna Ranieri, Don Backy, Pupo, Donatella Milani, Paolo Vallesi, Irene Grandi, Riccardo Azzurri, Alessandro Canino, Stefano Sani, Andrea Bocelli, Piero Pelù, Gianna Nannini, Riccardo Del Turco, Narciso Parigi, Francesco Nuti, Piero Umiliani e tanti altri. Interviste in esclusiva a cantanti che hanno fatto la storia della musica in Toscana.

 Voci a tutti care, nel ricordo di quella canzone che ci riporta indietro nel tempo.


Con interviste a cura di Sandro Bugialli, Enrico Salvadori, Dianora Tinti, Elisangelica Ceccarelli, Riccardo Jannello, Nadia Fondelli, Ilaria Guidantoni, Michela Lanza, Fabrizio Borghini, Giancarlo Passarella, Andrea Spinelli, Barbara Berti, Federico Pieri, Daniele Sgherri, Paolo Mugnai, Norma Judith Pagiotti, Sara Morandi, Bruno Casini, Francesca Cecconi, Roberto Davide Papini, Federico Berti, Enzo Boddi.


Prezzo di vendita (fino ad esaurimento) € 15,00

Per ordinare clicca qui.

MVDS segnala: Fabio Martorana, cantautore e imprenditore


Vi segnaliamo "I nostri battiti", il nuovo singolo del cantautore Fabio Martorana, presente su tutte le principali piattaforme social e streaming. 


"I nostri battiti", dedicato al fratello Antonio, è un insieme di emozioni e sentimenti dove a prevalere sul dolore e la rabbia c’è sempre e solo l’amore. In questo nuovo lavoro l'artista esprime sé stesso, mettendo a nudo la sua anima. Il suo nuovo singolo è, forse, quello più rappresentativo.

"Un gelido inverno dentro di me... I sogni svanire insieme a noi", parole e note che raccontano di un dolore mai sopito, di un vuoto che da niente può essere colmato.

"Tu che mi guardi e mi dici che sei sempre qui... Sto con te!", sono la visione di un modo alternativo di vivere l’affetto profondo per una persona che fisicamente non c’è più. Sono il trait d'union di due anime che saranno insieme per l'eternità nonostante vivano in due luoghi differenti. Parole e note nate da un amore unico, vero e puro; viscerale. Un amore che va oltre, che nulla può arginare, neanche la morte. "Lui era, è, e sarà sempre il mio tutto; è qui con me, sulla mia pelle, ovunque mi giri, dove e quando comincia la mia giornata e finisce, è un sorriso costante di un viso che si proietta verso di me ogni secondo della mia vita", dice Fabio Martorana.

"Tu che sei il vento che parla di noi...", una delle frasi più significative del testo. Ogni respiro, ogni anelito di vento, l'aria stessa è intrisa della sua presenza. È respiro, è battito.

Il brano ha una melodia inconfondibile, come inconfondibile è la voce dell’artista. Nel singolo non c'è traccia di tristezza esplicita ma di una velata malinconia.

"È stato composto con amore", continua l'autore.

Fabio Martorana è un cantautore ma, nella 'vita reale' è un imprenditore con ben due lauree all'attivo: una in Ingegneria civile e una in Scienze della formazione. Ha già raggiunto, e superato, con i suoi singoli solo su YouTube (in un solo anno) più di 2 milioni di visualizzazioni.

"Da artista indipendente raggiungere più di 2 milioni di visualizzazioni solo su YouTube in così poco tempo è una grandissima soddisfazione. Ringrazio tutti coloro che mi seguono. Attraverso la mia musica esprimo me stesso, esprimo e racconto di sentimenti, di vita vissuta; li trasformo in note, in parole. Credo che sia questo il motivo per il quale io abbia questo riscontro perché canto la vita, così com'è, cercando di trasmettere le emozioni che io stesso provo", conclude il cantautore visibilmente emozionato.

Canali di Fabio Martorana

Instagram: https://www.instagram.com/fabio_martorana/

Facebook: https://it-it.facebook.com/fabio.martorana.125

YouTube: https://www.youtube.com/@fabiomartorana7015/

Spotify: https://open.spotify.com/artist/0ypJqP1ZFHsfAbK26q0LP2

domenica 19 febbraio 2023

Per "Confidenziale" Giacomo Schivo intervista Sergio Caputo



Nel corso di "Confidenziale" Giacomo Schivo intervisterà Sergio Caputo.



Sergio Caputo ha sviluppato un inconfondibile stile musicale e letterario che è solamente suo, abbinando la canzone italiana al jazz, con testi ispirati alla poesia moderna.

Nel 1983 esce il suo primo album “UN SABATO ITALIANO”. Questo album lo porta subito al successo ed e’ tutt’ora un classico. La sua musica è un POP- JAZZ che spesso spazia nel latino e con un uso innovativo del linguaggio, i temi predominanti sono il quotidiano, l’amore, e le nevrosi metropolitane.

A “Un sabato italiano” seguono 12 album più varie compilation, Sergio partecipa al Festival di Sanremo tre volte, e negli ultimi anni torna con particolare decisione a sonorità jazzistiche e latine.

Fra le sue collaborazioni eccellenti si annoverano nomi come Dizzy Gillespie, Tony Scott, Mel Collins (King Crimson), Tony Bowers (Simply Red), Enrico Rava, Roberto Gatto, Flavio Boltro, Danilo Rea e molti altri.

Col nuovo millennio si trasferisce in California, dove vive e lavora per 12 anni a contatto con le sue radici musicali e facendosi conoscere come chitarrista “Smooth Jazz”.

Nel 2008 esce il suo primo romanzo per la Mondadori, “Disperatamente (e in ritardo cane) ”.

Sergio ha celebrato il trentennale di “UN SABATO ITALIANO” con un nuovo album, “UN SABATO ITALIANO 30”, remake in versione più jazz dello storico album, contenente due brani inediti. E’ uscito inoltre il libro “UN SABATO ITALIANO memories”, un Oscar Mondadori imperdibile.

Nel marzo 2015 esce il nuovo album di inediti “POP, JAZZ and LOVE”, interamente in inglese tranne per il singolo “A bazzicare il lungomare”. Il suo mix di pop, jazz e poesia torna a riaffermare lo stile che da sempre contraddistingue l’autore.

Nel 2017 Nasce una collaborazione artistica con Francesco Baccini, col quale pubblica l’album di inediti “CHEWING GUM BLUES”.

Nel 2018, fra le molte esibizioni live, pubblica l’album “OGGETTI SMARRITI”, un unplugged con tre inediti, e altri brani “cult” della sua carriera. Nel novembre 2019 pubblica il singolo "Amo il mio nuovo look". Nel dicembre del 2019 esce - su tutte le piattaforme digitali, il suo "best" realizzato per la Francia, una raccolta dei suoi successi di sempre, rifatti in francese, dal titolo "SERGIO CAPUTO EN FRANCE". Nel 2020, a ridosso dell'estate, Sergio pubblica a sorpresa il singolo di sapore caraibico "MA CHE LURIDA ESTATE", che ottiene subito grandi consensi, insieme all'omonimo video. Sergio Caputo è uno dei pochi artisti in tour nell'estate COVID 2020. A febbraio 2021 è uscito il nuovo EP di Sergio con il suo Trio, composto da lui, da Fabiola Torresi al basso e Alessandro Marzi alla batteria. L'album è stato realizzato - come il relativo video - interamente "a distanza" con bassista e batterista a Roma e Sergio Caputo in Francia.

Il 2022 lo vede impegnato in una intensa attività live in Italia e in Francia, fino ad una stagione estiva 2022 ricca di concerti.

Ma il 2023 è l'anno del quarantennale di UN SABATO ITALIANO, il suo primo album, che ha scavalcato generazioni restando sempre attuale ed amato da fans vecchi e nuovi. Sergio Caputo si appresta a celebrarlo con un tour storico che attraverserà l'Italia nei teatri più prestigiosi, tornando alla formazione di BIG BAND (di cui il trio sarà il motore trainante).

L'evento del quarantennale verrà marcato anche da un imperdibile album celebrativo a cura della Sony, contenente i remake in big band dell'album originale più alcuni pezzi inediti

 Potete ascoltare l'intervista:

- martedì 21 alle 21

- mercoledì 22 alle 18

- giovedì 23 alle 10

- venerdì 24 alle 14:30

www.ildiscobolo.net

http://178.32.137.180:8555/stream


venerdì 17 febbraio 2023

Omaggio a Massimo Troisi su Radio Il Discobolo


 Il 19 febbraio 2023 Massimo Troisi avrebbe compiuto 70 anni. 

L'attore e regista, nativo di San Giorgio a Cremano, ci ha lasciato a soli 41 anni, il 4 giugno del 1994. Dagli esordi con "La Smorfia" assieme a Lello Arena ed Enzo Decaro, fino al successo internazionale con "Il Postino", Troisi ha sempre portato la sua leggerezza, la sua ironia e il suo non prendersi mai troppo sul serio sul piccolo e grande schermo. 

Il grande artista verrà ricordato con molte iniziative e anche noi di Radio Il Discobolo vogliamo celebrare la sua comicità.

Sarà la voce di Massimo Baldino ad accompagnarci in questo viaggio, che speriamo vi faccia sorridere ed emozionare. 

Sintonizzatevi su Radio Il Discobolo:

- domenica alle 10

- sabato alle 18

www.ildiscobolo.net

http://178.32.137.180:8555/stream

 


domenica 5 febbraio 2023

"Da Sanremo al microsolco"... la "storia minore" del Festival.




Da lunedì 6 febbraio il Discobolo si collega col Festival di Sanremo per raccontarne le "storie minori".
Vi parleremo cioè del Festival attraverso tutte quelle canzoni a nostro avviso bellissime e che purtroppo spesso sono passate inosservate o sono state valorizzate molto tempo dopo , negli anni.
Una carrellata di successi, spesso mancati, presentata da Massimo Baldino,  con la collaborazione in redazione di Laura Rossi.


Vi aspettiamo da Sanremo
Lunedì, Mercoledì e Sabato alle 10
Martedì e Giovedì alle 14,30
Venerdì alle 18


Ogni trasmissione, inoltre, sarà ascoltabile sulla home page del nostro sito,  cliccando qui.

Buon ascolto!

A Diodato il Premio Amnesty per “La mia terra”.

  Diodato , con la canzone “ La mia terra ”, è il vincitore del Premio Amnesty International Italia 2024 nella sezione Big, assegnato da una...