Il nostro sito

Il nostro sito
Per info o richieste musicali 380 2399151 (+39)

mercoledì 19 aprile 2017

A WikiRadio Oggi la rivolta nel ghetto di Varsavia



Il 19 aprile 1943 alle 4 del mattino scoppiò la rivolta nel ghetto di Varsavia. La Germania, già due mesi prima, ne aveva ordinato la distruzione, ma l'offensiva iniziò quel giorno, che era anche la vigilia della Pasqua ebraica.
Pur aspettandosi uno scontro (dal momento che gli abitanti del ghetto avevano avuto due mesi di tempo per organizzarsi) i tedeschi non erano preparati a una vera e propria resistenza. Il 20 aprile ordinarono la completa distruzione di tutti gli edifici, poiché avevano scoperto molti passaggi sotterranei.
Tra incendi e gas, i tedeschi andarono avanti nella lotta per oltre un mese. 
Il 24 maggio Stroop (il generale tedesco che aveva sostituito, in corsa, von Sammern) scrisse di aver catturato 56065 ebrei e di averne già eliminati 13929. Le perdite tedesche erano decisamente modeste: 16 morti e 85 feriti.

Gli ebrei di Varsavia vivevano nel ghetto dall'agosto del 1940.

Nel 2002 Roman Polanski ha ambientato nel ghetto di Varsavia il film "Il pianista", tratto dall'omonimo libro del 1946 di  Władysław Szpilman, libro autobiografico che racconta gli orrori vissuti in quegli anni dal protagonista.
Nel film il ruolo del pianista è interpretato dall'attore Adrien Brody, che ottenne l'Oscar come miglior attore. 


Del ghetto di Varsavia parlerà WikiRadio Oggi di giovedì 20 aprile, in onda alle 11:30.




Nessun commento:

Posta un commento